Pubblicato il

Finalmente le pensiline alla stazione di Cerenova

Finalmente le pensiline alla stazione di Cerenova

Il sindaco Pascucci annuncia che nella notte tra lunedì e martedì RFI apre i cantieri  

di TONI MORETTI

CERVETERI – A chi a Cerveteri, pur non essendo pendolare per bisogno, non è mai capitato di dover prendere il treno e recandosi alla stazione di Marina di Cerveteri, non si è visto costretto a ripararsi dalla pioggia battente o dal sole cocente in qualche angolo angusto che si ricava dalle strutture di pertinenza dove è ubicato un bar tabacchi dove stranamente non si vendono i biglietti del treno, per mancanza di pensiline d’attesa sulla banchina che costeggiano i binari? Penso almeno una volta, a tutti. La soddisfazione che urla il sindaco Pascucci nell’annunciare che nella notte tra il cinque e il sei marzo la società proprietaria delle reti delle Ferrovie aprirà i cantieri per l’installazione  delle pensiline, è veramente la soddisfazione di tutti. Per anni, il dialogo tra il comune e le ferrovie è stato come un dialogo tra sordi. Anche Pascucci dice che dopo anni si è riusciti ad avere una biglietteria automatica. Uno dei sospetti era che fosse tanto complicata la macchina amministrativa delle ferrovie che al di là dell’impegno che gli amministratori ci mettevano, forse commettevano qualche errore nella proposizione dei vari problemi ed è probabilmente per questo che per il suo secondo mandato, Pascucci ha pensato di dare una delega specifica per i trasporti su rotaia ad un ex capotreno in pensione, quel Renato Galluso conosciutissimo da quei “tutti” che almeno una volta hanno preso il treno,  che da anni si interfacciava con qualsiasi problema dei viaggiatori con calma e professionalità. Siamo sicuri che Galluso ha fatto suo il pensiero del sindaco che ritiene la stazione ferroviaria il biglietto da visita della città senza difficoltà perché questo pensiero era già suo come siamo sicuri che la sua tenacia, la stima che nutre all’interno della sua ex azienda tra colleghi e dirigenti che in più occasioni anno espresso atti di encomio, che senza voler togliere niente a nessuno, al sindaco, all’assessora e a Zingaretti compreso, la sua presenza e qualche suo piccolo contributo abbia agevolato il fatto che come trionfalmente grida Pascucci: «Finalmente avremo le pensiline. Devo ammettere che l’impegno che RFI aveva preso nei nostri confronti di far partire i lavori all’inizio del 2018 è stato rispettato. E per questo li ringrazio». 

 

ULTIME NEWS