Pubblicato il

Ecco come si vota

Ecco come si vota

Modalità di voto per le elezioni politiche e regionali 2018  

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – Oggi a Cerveteri, dalle 7 alle 23, sono chiamati al voto 29.454 elettori  (14.424 uomini e 15.030 donne) per le elezioni regionali (scheda verde);  28693 elettori (14.023 uomini e 14.670 donne) per la Camera dei Deputati (scheda rosa); 26.224 elettori (12.781 uomini e 13.443 donne) per il Senato della Repubblica (scheda gialla). Per votare bisognerà recarsi nel proprio seggio elettorale muniti di documento di identità valido (carta di identità, passaporto o patente) e tessera elettorale. Sulla scheda appare per la prima volta il tagliando anti-frode che il presidente del seggio terminata la votazione dovrà staccare prima di metterla nell’urna. La nuova legge, prevede un sistema elettorale misto sia alla Camera che al Senato: un terzo dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e due terzi con il sistema proporzionale. Ogni scheda riporterà in un rettangolo il nome e il cognome del candidato nel collegio uninominale. Nella parte sottostante, sono riportati il simbolo della lista o delle liste collegate, con a fianco l’elenco dei candidati nel collegio plurinominale. (agg. 04/03 ore 5) segue
 

Alla Camera o al Senato – L’elettore può votare alternativamente nei seguenti modi:  Voto solo alla lista – Il voto si estenderà automaticamente anche al candidato uninominale collegato e ai candidati del listino riportato accanto.  Voto solo al candidato uninominale – Il voto si estenderà alla lista o alle liste collegate in misura proporzionale ai voti ottenuti nel collegio da ogni singola lista.  Voto sia al candidato uninominale che alla lista – È possibile mettere due segni, barrando sia il nome del candidato uninominale sia il simbolo di uno dei partiti della coalizione che lo sostiene.  Annullamento della scheda – Non è possibile  il voto disgiunto: candidato e lista devono appartenere obbligatoriamente allo stesso blocco, altrimenti la scheda è nulla. Non si possono indicare preferenze sui candidati dei listini riportati accanto al simbolo dei vari partiti perché ogni segno sui nomi in elenco comporterà l’annullamento della scheda.  (Agg. 04/03 ore 5.30)
 

Alla Regione  – Si vota con un meccanismo diverso rispetto alle legislative. L’elettore può votare alternativamente nei seguenti modi:  Voto solo per un candidato Presidente della Regione –  Il voto non si estende alla lista/liste collegate. Voto per un candidato Presidente della Regione e per una delle liste ad esso collegate. (Attenzione: se l’elettore esprime il voto a favore di un candidato Presidente e per più di una lista, è ritenuto valido il solo voto al candidato Presidente e nulli i voti di lista). Voto disgiunto –  Votare disgiuntamente per un candidato alla carica di Presidente della Regione e per una delle liste ad esso non collegate. Voto solo per una lista – Il voto si estende anche a favore del candidato Presidente collegato. Preferenza o doppia preferenza – A differenza del voto nazionale si possono esprimere preferenze per i candidati consiglieri scrivendo i loro nomi nell’apposito spazio della scheda. Se si scelgono due  voti di preferenza vale soltanto se i due candidati sono di sesso diverso, altrimenti uno dei due viene annullato. 
Scrutinio – Alle 23 al termine delle operazioni di voto e di riscontro dei votanti, inizierà lo spoglio delle schede per l’elezione del Senato; a seguire si effettuerà quello della Camera. Per le elezioni regionali lo scrutinio inizierà alle 14 di lunedì. (Agg. 04/03 ore 6)

ULTIME NEWS