Pubblicato il

Migranti, nuova gara per il progetto Sprar

Migranti, nuova gara per il progetto Sprar

Intanto sarà ancora l’Arci di Civitavecchia a gestire il servizio

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Il Comune procederà ad indire ad una nuova gara di appalto per l’accoglienza dei 46 migranti previsti nel progetto Sprar. Nel frattempo sarà ancora l’Arci di Civitavecchia a gestire il servizio. Infatti la precedente gara, indetta per continuare il servizio triennale dell’assistenza agli stranieri, a cui aveva partecipato una sola cooperativa, era stata considerata non valida e dunque contestata dall’unica azienda che aveva risposto al bando, che però era stata esclusa, in quanto non in possesso dei requisiti previsti del contratto. (Agg. 04/03 ore 12.42) segue

L’UNICA RISPOSTA AL BANDO. La cooperativa Filef Basilicata, che era stata l’unica a rispondere al bando di gara, aveva deciso di ricorrere al Tar avverso la decisione del Comune di estrometterla dalla gara. Alcuni giorni fa, è arrivata la sentenza del Tribunale Amministrativo che da ragione al Comune, in quanto i giudici togati hanno dichiarato l’inammissibilità dell’atto per difetto nell’individuazione del soggetto contro cui era diretta la vertenza, in quanto non doveva essere rivolto nei confronti del Comune ma della Centrale Unica di Committenza. Ovviamente l’iter burocratico non si è fermato, ed è proprio di questi giorni una delibera per indire una nuova gara. La dottoressa Enza Caporale, ha dunque presentato un atto amministrativo ad esecutività immediata, per approvare la prosecuzione del progetto Sprar nel triennio 2017/2019. Allo stesso tempo ha approvato il capitolato d’appalto per l’individuazione del nuovo ente gestore e la proroga tecnica all’associazione Arci.  (Agg. 04/03 ore 13.30)

UN NUOVO BANDO. Quindi si procederà ad un nuovo bando di gara che dovrà sanare una situazione che vede momentaneamente gestire un progetto in modo provvisorio, fino a quando non sarà individuata la nuova impresa che continuerà il servizio. Le risorse destinate all’attività di assistenza ai migranti sono stanziate dal fondo nazionale per le politiche ed i servizi dell’asilo, istituito presso il Ministero dell’Interno, per il Comune di Santa Marinella è stato previsto un contributo di 580mila euro annuo, con un cofinanziamento da parte dell’ente comunale di 36mila euro, per un totale di 616mila euro. Questi i fondi di cui il Comune disporrà per il biennio 2018/2019 per 46 immigrati. (agg. 04/03 ore 14)

ULTIME NEWS