Pubblicato il

Violenza sessuale e lesioni: assessore rinviato a giudizio

Violenza sessuale e lesioni: assessore rinviato a giudizio

L’esponente di Fratelli d’Italia Prato accusato dalla ex moglie

LADISPOLI – Sono accuse durissime quelle nei con- fronti dell’assessore Francesco Prato da parte dell’ex moglie che il prossimo 3 maggio sarà alla sbarra per la prima udienza del processo. L’assessore sarebbe accusato di violenza sessuale e lesioni personali. A far nascer la questione è stata la denuncia dell’ex moglie dell’assessore di Fratelli d’Italia la quale avrebbe raccontato ai carabinieri di aver subito abusi sessuali in casa nel novembre 2016. A distanza di pochi giorni l’ex moglie sarebbe finita al Pit dopo essere stata investita da un’auto e poi trasportata all’ospedale San Paolo di Civitavecchia per accertamenti.(Agg. 06/03 ore 8.53) segue

LA TESTIMONIANZA. Secondo la donna al volante dell’auto ci sarebbe stato l’assessore. Il Gip di Civitavecchia, Paola Petti, ha quindi accordato la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal pubblico ministero, Alessandra D’Amore.

L’udienza di fronte al tribunale colle- giale, che si sarebbe dovuta svolgere la scorsa settimana, è stata rinviata al prossimo 3 maggio. (agg. 06/03 ore 9.30)

IL COMMENTO DEL M5S. «È notizia delle ultime ore – ha commentato ieri il M5S – il rinvio della prima udienza per violenza sessuale, che vede coinvolto l’assessore Prato nei confronti della moglie. In attesa che la magistratura faccia il suo corso, chiediamo che l’assessore presenti le sue dimissioni perché la violenza di genere non si combatte scrivendo l’ennesima mozione o istituendo giornate contro i femminicidi o stampando magliette simboliche ma dando l’esempio, cosa che un rappresentante dei cittadini, qual è l’assessore Prato, dovrebbe ben sapere». (Agg. 06/03 ore 10)

ULTIME NEWS