Pubblicato il

Il Pd chiede la rimozione di Prato

Il Pd chiede la rimozione di Prato

I dem attaccano l’assessore per il processo sulle presunte accuse di violenza Il partito democratico: «Grave danno di immagine alla città»

LADISPOLI – In un comunicato, uscito per le celebrazioni dell’8 marzo, il Pd di Ladispoli si è scagliato duramente contro l’assessore a patrimonio, ambiente, tutela degli animali e Protezione civile Francesco Prato chiedendone le dimissioni, a seguito del processo in cui è imputato per presunte percosse alla moglie, per un procurato danno di immagine alla città.
Senza mai nominare il diretto interessato, i dem ladispolani ne fanno un caso politico, in cui chiamano in causa anche il sindaco alessandro Grando affinché prenda una decisione drastica. (Agg. 11/03 ore 11.46) segue

“GRAVE DANNO D’IMMAGINE PER LA CITTA'”. «Desta sgomento – scrive nella nota il Pd – quanto appreso circa il rinvio a giudizio di un assessore della giunta comunale e dell’udienza fissata per il prossimo 3 maggio per reati di violenza sessuali e lesioni personali nei confronti dell’ex coniuge. A nostro giudizio tale notizia potrebbe arrecare un grave danno d’immagine alla nostra città».(Agg. 11/03 ore 12.15)

CHIESTA LA RIMOZIONE DELL’ASSESSORE. «Alla luce di queste considerazioni e alla luce della mozione sull’argomento votata da tutto il consiglio comunale – si legge ancora –  appare incomprensibile e grave, per il Circolo Pd di Ladispoli, come nella giunta comunale ci possa essere un assessore rinviato a giudizio per reati che hanno a che fare con la violenza verso donne. Sarebbe stato opportuno, per motivi di correttezza istituzionale, che l’assessore si fosse autosospeso fino al termine del giudizio del Tribunale o che fosse intervenuto il Sindaco in mancanza di un atto di responsabilità dell’interessato». (agg. 11/03 ore 12.45)

ULTIME NEWS