Pubblicato il

Qualità dell’aria, Civitavecchia tra le città migliori del Lazio secondo le analisi Arpa

Qualità dell’aria, Civitavecchia tra le città migliori del Lazio secondo le analisi Arpa

Livelli d’inquinamento atmosferico  in forte calo stando alle rilevazioni settimanali

CIVITAVECCHIA – Stando ai dati dichiarati da Arpa Lazio, la qualità dell’aria nella zona di Civitavecchia mostra miglioramenti incoraggianti nella settimana compresa fra il 26 febbraio e il 4 marzo, con dei livelli di agenti inquinanti tra i più bassi della regione, e  forse è merito della cura M5s. In particolare, si rende noto che il monossido di carbonio, nonostante la presenza della centrale a carbone di Torre Nord e del sempre verde traffico marittimo del porto, è nuovamente sceso ad una media settimanale di 0,3 microgrammi al metro cubo, e risulta essere il miglior rilevamento del Lazio (Agg. 12/03 ore 20.08) segue

I DATI. Anche il biossido di azoto, in netto miglioramento rispetto alle precedenti analisi, riporta dati incoraggianti, con una media compresa tra 15 e 21 microgrammi al metro cubo. In particolare, le zone più critiche si sono rivelate essere San Gordiano e Fiumaretta, mentre le percentuali più basse sono state registrate nelle zone di Aurelia e Sant’Agostino. Ottimi risultati anche per quanto concerne le polveri sottili, col PM10 che si è attestato tra i migliori del Lazio, con una media di 24 microgrammi per metro cubo. (Agg. 12/03 ore 20.30)

LE ZONE INTERESSATE. Le zone che ne hanno registrato valori più alti sono state San Gordiano e Campo dell’Oro, mentre i più bassi a Borgata Aurelia e al Faro. Il benzene, con 0,7 microgrammi, risulta essere il secondo miglior rilevamento del Lazio.  In netto peggioramento invece i dati riguardanti l’ozono, passato da una media inferiore a 50 microgrammi al metro cubo delle settimane precedenti, a 60 microgrammi.  (agg. 12/03 ore 21)

ULTIME NEWS