Pubblicato il

Detenzione ai fini di spaccio: la Polfer denuncia uno straniero

BELLUNO – Il 6 marzo scorso, verso le ore 19,30, personale del Posto Polizia Ferroviaria di Belluno è intervenuto sul treno in procinto di partire per Calalzo, su richiesta del capotreno in difficoltà con un viaggiatore extracomunitario, sprovvisto di biglietto, che sembrava esprimersi solo in lingua inglese. Superate le incomprensioni iniziali, gli agenti hanno notato uno spropositato nervosismo per una semplice irregolarità di viaggio, e quindi hanno ritenuto opportuno approfondire il controllo estendendolo ai documenti e al bagaglio che aveva al seguito.  Per quanto riguarda i documenti, l’uomo – B.O. di origine nordafricana –  non è stato in grado di esibirne alcuno, fornendo successivamente un foglio di carta con indicato un nome. 

 

PROVVISTO DI REGOLARE PERMESSO DI SOGGIORNO

Dal controllo non emergeva alcun riscontro agli accertamenti effettuati dagli operatori di Polizia Ferroviaria,  che hanno quindi accompagnato lo straniero in questura, per risalire alla sua identità. Dalla verifica è emerso che il cittadino accompagnato è provvisto di regolare permesso di soggiorno, nonché richiedente asilo nel nostro Paese. (Agg. 15/03 ore 17,49)

 

OTTO PACCHETTI CONTENENTI MARIJUANA

La perquisizione effettuata sul bagaglio ha consentito di rinvenire un involucro contenente della marijuana. Gli operatori della Polizia Ferroviaria, pertanto, hanno deciso di proseguire la perquisizione anche sulla persona ove, celati negli indumenti intimi indossati dallo straniero, sono stati rinvenuti altri 8 pacchetti contenenti anch’essi marijuana. l’uomo è stato denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Belluno, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, falsa attestazione sull’identità a Pubblico Ufficiale, nonché per non aver esibito un valido documento di identità, in assenza di un giustificato motivo. (Agg. 15/03 ore 17,58)

ULTIME NEWS