Pubblicato il

Disturbo della quiete pubblica: chiuso un esercizio commerciale

Nella mattinata  odierna, personale della Divisione Polizia Amministrativa, con il concorso di quello del Commissariato P.S. di Ozieri,   ha dato esecuzione ad un decreto  di sequestro preventivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Sassari dott. Giancosimo Mura, su richiesta del Pubblico Ministero Dott.ssa Cristina Carunchio, del pubblico esercizio denominato “Bar La Centrale”, in Ozieri. 

SPETTACOLI E MUSICA SENZA AUTORIZZAZIONI (Agg. 15/03 ore 18.25) – Il provvedimento cautelare scaturisce da una serie di controlli eseguiti nel corso degli ultimi mesi dalla Squadra della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Sassari, con l’ausilio del locale Commissariato,  dai  quali è emerso che, soprattutto durante le ore notturne dei fine settimana, senza le necessarie autorizzazioni ed in violazione di tutte le prescrizioni previste a tutela della pubblica incolumità,  nel pubblico esercizio,  alla presenza di centinaia di avventori,  si sono tenuti spettacoli e trattenimenti con l’impiego di  strumenti sonori, che reiteratamente hanno disturbato il riposo delle   persone dei condomini limitrofi.

VIOLATE LE DISPOSIZIONI DELLE AUTORITÁ (Agg. 15/03 ore 19.16) – Nonostante i controlli amministrativi ed i conseguenti provvedimenti adottati a fronte delle rilevate violazioni di legge, gli esercenti,  hanno continuato ad organizzare spettacoli e trattenimenti non autorizzati, senza osservare le prescrizioni dell’autorità a tutela della  quiete e dell’incolumità pubblica (in relazione alla solidità ed alla sicurezza dell’edificio, ed  all’esistenza di uscite atte a consentire lo sgombero in caso d’emergenza). Il  persistente abuso di strumenti sonori nell’ambito delle  serate musicali, le cui emissioni hanno determinato l’oggettiva impossibilità del riposo delle persone, era stato oggetto di numerosi esposti e rimostranze.  

Il provvedimento cautelare dell’Autorità Giudiziaria è scaturito dalla necessità di evitare un aggravamento dei reati attraverso la  protrazione e la reiterazione delle condotte illecite.  

ULTIME NEWS