Pubblicato il

Ex cartiera: bocciata la richiesta dei grillini

Ex cartiera: bocciata la richiesta dei grillini

Respinta la richiesta del consigliere Cesarini (M5S)  di portare la discussione in commissione.  La maggioranza ha deliberato l’alienazione  per  900mila euro  

TARQUINIA – Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione Mencarini ha deliberato anche il  “Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per l’anno 2018” dove è stato inserito un immobile simbolo di Tarquinia: il compendio ex cartiera, assegnandogli un valore con base d’asta di 900.000 euro. (Agg. 14/03 ore 21.20) segue

“NECESSARIA UNA DISCUSSIONE PIU’ AMPIA”. «Riteniamo che l’immobile in questione sia un bene pubblico di grande importanza socio economica, e che abbia bisogno di un discussione più ampia, – ribadiscono dal M5S – anche passando per le commissioni competenti, per valutare le destinazioni possibili, escludendo la vendita al privato a tutti i costi».   (Agg. 14/03 ore 22)

L’EMENDAMENTO. L’emendamento presentato dal consigliere del M5S, Ernesto Cesarini, che chiedeva l’esclusione di tale bene dell’elenco delle opere da alienare, è stato però bocciato dalla maggioranza. Cesarini aveva chiesto che «il punto 5 dell’elenco dei beni alienabili dell’allegato A della proposta 11 del 17 02 2018, venisse stralciato per una discussione più democratica e condivisa, per il prossimo consiglio comunale, chiedendo una commissione per la discussione e un incontro pubblico per la massima conoscenza della volontà del Comune nel voler alienare il compendio della ex cartiera tra i beni in possesso». (agg. 14/03 ore 22.30)

ULTIME NEWS