Pubblicato il

La Cna lancia il progetto ‘‘Be Start Up Lazio''

Appuntamento il 27 marzo alle 17 presso la sede nella zona artigianale

Appuntamento il 27 marzo alle 17 presso la sede nella zona artigianale

LADISPOLI – E’ una bella sfida, aprire un’impresa. Ci vogliono coraggio, passione, intraprendenza, competenze specifiche. 
Ma non basta. Per partire con il piede giusto, bisogna avere chiara l’idea del prodotto/servizio da proporre, del mercato cui ci si rivolge e dei potenziali clienti. Così come c’è da far fronte a diversi adempimenti, sia amministrativi che fiscali.
Per aiutare gli aspiranti imprenditori a non compiere passi falsi e anzi a procedere spediti verso il raggiungimento degli obiettivi fissati, CNA sta realizzando, con il contributo della Camera di Commercio di Roma, il progetto “Be Start Up Lazio!”, che sarà presentato martedì 27 marzo, alle ore 17, a Ladispoli, presso la sede dell’Associazione (in via Aldo Moro 38, nella zona per gli insediamenti produttivi). Qui, infatti, verrà attivato lo Sportello dedicato alle start-up, che sarà punto di riferimento anche per chi ha intenzione di operare a Cerveteri e negli altri comuni vicini.
ntrodurranno l’incontro Cristiano Leone e Luca Fanelli, rispettivamente presidente e responsabile della sede territoriale dell’Associazione. 
Toccherà ad Attilio Lupidi, amministratore delegato di Upav Servizi (società del sistema CNA), illustrare i servizi offerti e le opportunità che, in questo momento, possono essere colte per l’avvio di un’attività. Milena Carta, specialista in webmarketing e comunicazione, guiderà infine i presenti alla navigazione nel sito www.be-startuplazio.it, ricchissimo di informazioni: dentro, c’è tutto ciò che occorre sapere se si intende fare impresa.
«La fase di start-up è molto delicata. L’inesperienza e la mancanza di conoscenze tecniche e organizzative danneggiano troppo spesso le aziende nei primi tre anni di vita. Con l’iniziativa che sarà realizzata anche a Ladispoli, CNA – sottolinea Lupidi – si propone di affiancare chi decide di investire sul futuro, affinché, sin dalla nascita, l’impresa abbia solide basi per proiettarsi, con tranquillità, in una prospettiva di crescita e di innovazione».

ULTIME NEWS