Pubblicato il

Ceccarelli: ''Non posso che scusarmi per quanto avvenuto''

Ceccarelli: ''Non posso che scusarmi per quanto avvenuto''

L'assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica interviene dopo lo sfogo del geometra Elena De Paolis riguardo la scarsa attenzione dell’amministrazione nei riguardi delle persone con mobilità ridotta

CIVITAVECCHIA – «Non posso che scusarmi per quanto avvenuto». Sono le parole dell’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli che interviene dopo lo sfogo del geometra Elena De Paolis riguardo la scarsa attenzione dell’amministrazione nei riguardi delle persone con mobilità ridotta. (Agg. 24/03 ore 17.38) segue

LA PRECISAZIONE DI CECCARELLI. La donna è membro del comitato interprofessionale e ha denunciato le difficoltà riscontrate per partecipare all’incontro con il dirigente dell’ufficio Edilizia del Comune. «Vorrei però fugare ogni dubbio – prosegue Ceccarelli – circa l’accaduto che nasce sicuramente da fattori fortuiti. Chi ha esteso l’invito non era certamente a conoscenza del fermo dell’ascensore altrimenti, come occorso in passato, la riunione si sarebbe tenuta nell’archivio. L’attività svolta dal dirigente – spiega l’assessore – in questo periodo breve di inizio mandato è stata molto intensa e con molte priorità per cui il regolamento edilizio, pur rivestendo attività della massima importanza per l’amministrazione, ha subito dei ritardi non certamente causati da volontà di bloccare la stesura in quanto onerosa». (Agg. 24/03 ore 18.13)

INTERDETTO IL SECONDO PIANO. Ceccarelli informa che il secondo piano sarà interdetto al pubblico e che i funzionari dovranno incontrare i cittadini «in locali appositi posti, mi auguro, a piano terreno. Ricordo che non abbiamo dimenticato che dobbiamo redarre il Peba ed il Pisu. Troveremo – conclude – i finanziamenti a valle dell’approvazione del bilancio».   (agg. 24/03 ore 19)

ULTIME NEWS