Pubblicato il

''Una gestione con approssimazione'' 

''Ladispoli Città'' attacca su igiene urbana e affidamenti Il gruppo: «Grando sta consegnando ai cittadini un cestino della spazzatura speciale»

''Ladispoli Città'' attacca su igiene urbana e affidamenti Il gruppo: «Grando sta consegnando ai cittadini un cestino della spazzatura speciale»

LADISPOLI – Il gruppo consiliare Ladispoli Città torna all’attacco. Oggetto questa volta è l’igiene urbana e gli affidamenti.
In particolare un «affidamento diretto di . 38.064,00 – a fronte di un preventivo di spesa presentato in data 19.02.2018 – per l’implementazione della tariffa puntuale e per il supporto alla redazione degli atti di gara». (agg. 29/03 ore 7.24) Segue

CONTESTATO L’AFFIDAMENTO ESTERNO DELL’INCARICO. «“Dunque ci risiamo”, viene da dire – afferma il gruppo consiliare –  nella determina, infatti, si sostiene che, alla base di questo affidamento in urgenza, ci sia “la carenza cronica di personale”. Una sorta di formula magica, questa, che consente all’amministrazione di affidare un servizio senza accertare preliminarmente se,  tra i dipendenti in seno all’Ente, vi siano già figure professionali idonee allo svolgimento dell’incarico per cui, gli stessi cittadini/contribuenti, stanno investendo quasi quarantamila euro». (agg. 29/03 ore 8)

LE TRE DOMANDE DI LADISPOLI CITTA’. «Così, come gruppo consigliare Ladispoli Città – continuano i due consiglieri – vogliamo rivolgere agli amministratori locali tre domande: Non si poteva prendere come riferimento il servizio esistente, oramai collaudato, e aggiornarlo? Perché si è ricorsi ad affidare esternamente l’incarico? A Ladispoli la raccolta differenziata ha raggiunto ottimi risultati e, infatti, solo con il superamento della soglia del 65% (dato consolidato e superato), si sarebbe potuti arrivare a parlare della tariffa puntuale. Purtroppo, quel che possiamo costatare finora – in attesa delle risposte che il Sindaco vorrà sicuramente dare alla città – è soltanto l’approssimazione con cui l’amministrazione sembra gestire uno dei settori più delicati e complessi dell’Ente». «Una sorta di “cestino della spazzatura speciale” – onclude il gruppo –  quello che la giunta Grando sta consegnando ai cittadini, con un contenuto difficile da smaltire. Dall’aumento della TARI a quello dei parcheggi a pagamento; dall’incremento delle indennità degli assessori alla contrazione della spesa corrente». (agg. 29/03 ore 8.30)

ULTIME NEWS