Pubblicato il

Barbazza ha deciso: sostegno a Pietro Tidei

Barbazza ha deciso: sostegno a Pietro Tidei

‘‘S. Marinella bene Comune’’ si aggiunge alle 5 liste di centrosinistra

S. MARINELLA – La coalizione di centrosinistra che fa capo al candidato sindaco Pietro Tidei, oltre alle cinque liste che lo sostengono, trova anche l’appoggio del leader del movimento civico Santa Marinella Bene Comune Renzo Barbazza, che dopo una serie di incontri fatti con la varie realtà politiche locali, ha deciso di entrare nella coalizione del centrosinistra.(agg. 28/03 ore 11.25) segue

“PREVALGA IL SENSO DELLA RAGIONE”. «Noi apparteniamo all’area della sinistra progressista della città – spiega il dottor Barbazza – prendiamo atto che, a distanza di due mesi dalle elezioni comunali, della crescente e forse insuperabile difficoltà a riunificare il centrosinistra in una coalizione ampia e coesa in grado di accogliere e rispettare le diverse anime esistenti al suo interno, ancora una volta siamo destinati ad andare incontro all’ennesima divisione, frutto del prevalere di incomunicabilità politica e personale nei confronti del dialogo costruttivo e unificante. Ce ne dispiace molto, anche se spereremo fino all’ultimo giorno utile di poter stare insieme, essendo legati a molti esponenti del Paese che Vorrei” da amicizia, stima politica e valori condivisi. Ma questa volta riteniamo che si debba far prevalere il senso della ragione su quello del sentimento, perché pensiamo che non ci sia più tempo per i dubbi e le attese, e che sia arrivato il momento di una piena assunzione di responsabilità per scuotere le coscienze collettive di una città che sembra aver smarrito la propria identità e non aver mai avuto una sua storia. Santa Marinella vive da molti anni una condizione di progressivo decadimento, aggravato da un gravissimo deficit economico che ha portato la città sull’orlo del default. Dinanzi a un quadro così preoccupante, abbiamo ritenuto a larga maggioranza di sostenere la candidatura di Pietro Tidei, considerandola la persona che, più di ogni altra, sia in grado di risollevare la città dalla palude in cui è penetrata». (Agg. 28/03 ore 13.30)

“NON POSSIAMO PERDERE ALTRO TEMPO”. Dopo un ampio dibattito interno, in cui si sono democraticamente confrontate posizioni diverse, a volte anche contrastanti, si è affermata la linea di quanti hanno pensato che l’esperienza amministrativa, la conoscenza dei problemi del territorio, e la capacità di risolverli concretamente, siano elementi indispensabili per governare con profitto una realtà in declino». «Non possiamo perdere altro tempo, alla ricerca di pseudo nuovismi che non sempre sono garanzia di progresso e di miglioramento reale dello stato delle cose – continua l’esponente politico – e soprattutto non possiamo consentire che il paese finisca ancora una volta in mano a chi lo ha ridotto in questo stato. Né ha influito nella nostra decisione, il fatto che Tidei sia stato sfiduciato nel 2007, oltre che dai voti decisivi del centrodestra, anche da una parte della sinistra che oggi ha deciso di sostenerlo». (agg. 28/03 ore 14)

ULTIME NEWS