Pubblicato il

Medov punta ad un navettamento più efficiente

Medov punta ad un navettamento più efficiente

Il nuovo modello prevede un coinvolgimento del Comune e della Csp senza mettere a rischio ricavi e posti di lavoro. Dopo le polemiche dei giorni scorsi il chiarimento dell’azienda: nessun turista abbandonato al centro  

CIVITAVECCHIA – “Il 29 marzo è stato sperimentato un nuovo modello di servizio con origine da sottobordo e destinazione centro città”. La Medov Civitavecchia srl interviene dopo le polemiche sollevate nei giorni scorsi, in particolare dal presidente locale di Confcommercio che parlava di un gran numero di crocieristi abbandonati al centro della città.   (agg. 03/04 ore 18.21) Segue

LA SPIEGAZIONE DELL’AZIENDA. Ma dall’azienda spiegano: “Contrariamente a quanto affermato da autorevoli rappresentanti dell’imprenditoria locale, i passeggeri erano adeguatamente assistiti, sia all’imbarco sotto bordo che allo sbarco in centro – proseguono in una nota dalla Medov – (erano presenti ben 4 hostess)”. Dall’azienda evidenziano due criticità rilevate. La prima è “la rottura di carico imposta dall’attuale modello di servizio, che prevede la discesa dei passeggeri al varco portuale”, mentre la seconda è il fatto che i mezzi in uso alla Csp “per il servizio di tpl non sono dimensionati per gestire in modo confortevole, efficace ed efficiente l’imponente flusso di passeggeri offerto dal traffico crocieristico – dichiarano dalla Medov – che insiste sul nostro scalo”. Dall’azienda rassicurano, il nuovo modello non mette a rischio i ricavi della Csp perché “prevede un coinvolgimento del Comune e della sua azienda di trasporti”.(agg. 03/04 ore 19)

RASSICURAZIONI SULL’OCCUPAZIONE. Nulla da temere, secondo l’azienda, anche sul fronte occupazione. “Gli ex dipendenti Royal Bus – dichiarano dalla Medov – sono stati destinati alla produzione inhouse del servizio Autostrade del mare che nulla ha a che vedere con i crocieristi. Pertanto, nessun lavoratore rischia nuovamente il posto di lavoro”. Dall’azienda concludono dicendo che è attualmente attivo un tavolo patrocinato dall’AdSP con Port Mobility volto “a riconfigurare un servizio di navettamento che sia ispirato a criteri di economicità ed efficienza”. La discesa nel centro sarebbe quindi, per la Medov, una soluzione win – win per città e turisti. (agg. 03/04 ore 19.30)

ULTIME NEWS