Pubblicato il

Ladispoli, un ‘nuovo’ scheletro sulla spiaggia

Ladispoli, un ‘nuovo’ scheletro sulla spiaggia

E’ il quinto rinvenimento negli ultimi anni. Si ipotizza l’esistenza di una necropoli Le ossa rinvenute a Marina di Palo

LADISPOLI – Nuovi resti sulla spiaggia di Ladispoli. Le ossa rinvenute a Marina di Palo ieri pomeriggio, così come nell’Agosto scorso, sono state scoperte da un passante, durante una passeggiata tra le dune. La segnalazione è scattata al centralino unico del 112 e del caso si stanno occupando i carabinieri della locale stazione di Via Livorno. (Agg. 08/04 ore 9.30) segue

IL RITROVAMENTO. Si ipotizza, visti anche i precedenti ritrovamenti e la documentazione a disposizione della sovrintendenza, che possa trattarsi di uno scheletro di età romana. 
Non è la prima volta che accade a Ladispoli un ritrovamento del genere. La sepoltura riemersa ieri, sarebbe la quinta intercettata negli ultimi quattro anni e mezzo. 
Secondo gli esperti, potrebbe esserci un’autentica necropoli romana sul mare, che si estenderebbe lungo la costa, e, ultimamente, starebbe emergendo a seguito dell’erosione imponente in quel tratto. 
Da un primo sopralluogo tecnico, quelli di ieri sembrerebbero resti ossei di un individuo adulto. (Agg. 08/04 ore 10)

UN FATTO ANALOGO. L’ultimo episodio si registrò, ricordiamo, la scorsa estate, quando una turista in cerca di conchiglie scopriva un ulteriore scheletro. «Aiuto c’è un cadavere, fate presto», gridò la signora in allarme che si rivolse al 112. 
I militari, a sirene spiegate, giunsero sul posto, sempre a Marina di Palo, nei pressi del bunker risalente al periodo del secondo conflitto mondiale.  
Sul posto anche la Capitaneria di Porto e gli uomini della Dolphin a constatare che non si trattava nè di un disperso, nè di un delitto, ma di un reperto archeologico. 
Lo scheletro infatti, si trovava all’interno di una tomba ‘cappuccina’ risalente all’epoca romana: l’erosione ha ‘mangiato’ la duna e fatto riaffiorare quei tumuli. Si passava dunque dalla preoccupazione all’emozione. Emozione che oggi si è rinnovata. (agg. 08/04 ore 10.30)

ULTIME NEWS