Pubblicato il

Luciani: ''La candidatura di Tidei non è adeguata''

Luciani: ''La candidatura di Tidei non è adeguata''

S. MARINELLA – Ad di la delle contrapposizioni personali, in prossimità delle elezioni amministrative, nessun esponente politico al di fuori dei confini di Santa Marinella si era mai intromesso per invitare un partito a rivedere la sua posizione. E’ accaduto ieri l’altro, quando Enrico Luciani, esponente di ‘‘Liberi e Uguali’’ e presidente della Compagnia Portuale Civitavecchia, è intervenuto a piedi pari nella campagna elettorale con un comunicato in cui invita le forze del centro sinistra di Santa Marinella a trovare la riunificazioni, escludendo però di fatto l’attuale candidato sindaco Pietro Tidei. (agg. 08/04 ore 9.48) segue

“LA CANDIDATURA DI TIDEI IMPOSTA DAL PD”. «In prossimità delle elezioni comunali – spiega Luciani – credo siano utili, nonché indispensabili, alcune riflessioni. Santa Marinella esce malconcia da un decennio di amministrazione di centro destra, la quale non solo non ha risolto i fondamentali problemi della comunità ma li ha oggettivamente aggravati. Nelle passate tornate elettorali, il centro destra ha vinto a causa delle consistenti divisioni nel centro sinistra, incapace di coinvolgere, in un progetto politico unitario, le associazioni e le personalità civiche come riferimento importante per la comunità santamarinellese. Ritengo di poter affermare, che con le elezioni di giugno, esistano le condizioni e le volontà per capovolgere tale situazione e di unire, su un serio e programmatico progetto politico, tutte le forze democratiche. Il mio partito è fortemente interessato alla costituzione di tale aggregazione, poiché siamo convinti che solo attraverso questo processo si potranno determinare le condizioni per una vittoria elettorale». E qui Luciani lancia la bordata. «In questa direzione – conclude l’esponente politico – giudico la candidatura a sindaco di Pietro Tidei, espressa ed imposta da una parte del Pd, non adeguata a sviluppare i processi unitari di cui accennavo. Sul suo nome sono forti le riserve e le contrapposizioni che, ritengo, non verranno superate, con l’unico effetto di avvantaggiare il centro destra così come il movimento 5 stelle”. (Agg. 08/04 ore 10.30)

LA REPLICA. La risposta dell’avvocato giunge immediata.  «L’unico inadeguato a parlare è proprio il signor nessuno Luciani – risponde Tidei – perché a Santa Marinella non lo conosce nessuno. Il mio percorso è stato lungo un anno, con consultazioni, assemblee e riunioni che, alla fine, hanno indicato il sottoscritto quale candidato sindaco. Avevo chiesto allo stesso Serpieri di fare le primarie con Casella. Ma lui ha rifiutato. Dunque Luciani si preoccupasse di Civitavecchia dove il suo partito è sparito e lui è rimasto senza casa e cerca di accasarsi con qualche accordo subdolo e trasversale nel Pd al quale, sicuramente, nella sua stragrande maggioranza non è gradito». (agg. 08/04 ore 11)

ULTIME NEWS