Pubblicato il

Maltrattamenti in famiglia: pregiudicato catanese arrestato dalla Polizia 

CATANIA – Nella notte appena trascorsa, personale delle Volanti ha arrestato il pregiudicato N. N .A., per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. La decorsa notte, intorno alle ore 23:40, giungeva presso la Sala Operativa della Questura, su linea d’emergenza, la richiesta di aiuto da parte di una donna che riferiva di una violenta aggressione da parte del convivente, nel rione San Giorgio. Immediatamente intervenuti, alcuni agenti hanno contattato la donna che, a causa delle violenze fisiche poste in essere dal convivente, era in visibile stato di shock e dolorante per le lesioni subite. Nello specifico, la donna, ancora terrorizzata, ha riferito di essere stata oggetto di violenze fisiche poste in essere dal convivente in presenza del figlio minore e che, dopo averle strappato i vestiti, la colpiva con calci e pugni, procurandole numerose contusioni, ematomi, la frattura di una falange del dito e un trauma cervicale. Per tali lesioni si è reso necessario richiedere l’intervento del 118, per il successivo trasferimento in ospedale.

 

FURTO AGGRAVATO IN CONCORSO: DUE GIOVANISSIMI NEI GUAI

L’uomo è stato rintracciato nelle vicinanze e immediatamente arrestato. Su disposizione del P.M. di turno, l’uomo è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di “Piazza Lanza”, in attesa della convalida del GIP e deferito all’A.G. anche per il reato di lesioni personali dolose. Nella notte appena decorsa, personale delle Volanti ha tratto in arresto F.F. (classe ’93) e G.G. (classe ’97), entrambi con precedenti di polizia, per il reato di furto aggravato in concorso. Nella notte appena trascorsa, intorno alla mezzanotte, gli agenti sono intervenuti in via Reclusorio del Lume, per la segnalazione di furto in atto di un motociclo. Poco dopo, i poliziotti sono riusciti a intercettare gli autori del furto che, dopo un breve inseguimento, sono stati prontamente bloccati e identificati per i nominati F. e G. (Agg. 10/04 ore 21,05)

CONCESSI I DOMICILIARI AI DUE ARRESTATI

Condotti in Questura, su disposizione del PM di turno, i due sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo. Il motociclo è stato riconsegnato al legittimo proprietario. (Agg. 10/04 ore 21,17)

ULTIME NEWS