Pubblicato il

«Bugiardo, il lungomare non si farà»

«Bugiardo, il lungomare non si farà»

Duro attacco dei due consiglieri di opposizione al sindaco Pascucci che replica:  «Non hanno a cuore Cerveteri». Orsomando e De Angelis: «In fase di approvazione il contributo regionale e il comodato d’uso lo farà saltare»  

di TONI MORETTI

CERVETERI – Non accenna ad arrestarsi la polemica innescata già in seno all’ultimo consiglio comunale tra i consiglieri di opposizione Salvatore Orsomando e Aldo De Angelis con il sindaco Pascucci e l’amministrazione tutta. Tutto comincia quando  nel bilancio di previsione è stata inserita come voce attiva il contributo  regionale di 790mila euro  riferito al lungomare di Campo di Mare, frutto di un bando al quale il comune ha partecipato, che ha vinto poiché è presente nella graduatoria  ma il cui importo non è ancora stato determinato dal dirigente poiché sotto verifica documentale. L’arte del contendere sono proprio i documenti, in particolare uno. Per soddisfare la richiesta regionale di dimostrare il possesso dell’area dove si dovrebbe intervenire con soldi pubblici, il comune ha prodotto un comodato d’uso gratuito stipulato con la società Ostilia, proprietaria del suolo, con l’impegno che questo scadrà soltanto nel momento in cui l’area non verrà ceduta al patrimonio comunale.  I due consiglieri di opposizione denunciano la presunta illegittimità dell’atto poiché mancante di due azioni dovute per legge: la delibera di giunta che lo autorizzasse e quella successiva di ratifica e questo secondo il loro parere metterebbe a rischio la concessione del contributo.  Ieri, Orsomando e De Angelis, ritornano sull’argomento con una nota con la quale smentiscono, dando al sindaco del bugiardo, quanto dallo stesso affermato in consiglio a dimostrazione di atti ostili fatti dai due per bloccare l’operazione. Come si sa e ampiamente riportato, Orsomando e De Angelis hanno al loro attivo ricorsi e denunce presso vari organi competenti nonché una interrogazione fatta fare dai loro referenti politici all’assessore regionale competente allora in carica alla vigilia delle scorse elezioni.  Esibiscono dei documenti tra i quali una lettera del dipartimento regionale nella quale si dice che ciò che ha sostenuto Pascucci, cioè di aver fatto una richiesta di accesso agli atti per prendere visione delle denunce fatte dai due consiglieri di opposizione, non risponde a verità. E specificano che la stessa lettera contiene il seguente passaggio: «Inoltre si informa che la scrivente struttura è tuttora in attesa del perfezionamento della documentazione amministrativa da parte del Comune, utile all’eventuale formale ammissione al contributo regionale della proposta progettuale in argomento». Un’altra occasione questa per dare del bugiardo al sindaco. Ma il sindaco non ci sta e dice: «Siccome le chiacchiere se le porta via il vento, dico ad Orsomando, colui che non viene quasi mai nei consigli e nelle commissioni, e a De Angelis idem, che quando verrà completato il lungomare, cosa che questa amministrazione farà, noi saremo tra quelli che insieme ai cittadini saremo felici. Io spero che se hanno a cuore Cerveteri, saranno felici anche loro. Ma non mi sembra che hanno a cuore Cerveteri».

ULTIME NEWS