Pubblicato il

Idrico, autobotti ferme: niente servizio a domicilio

Frascarelli (FI) chiede spiegazioni al Sindaco e tuona: "Ma è questo il modo di garantire il servizio?" VIDEO

Frascarelli (FI) chiede spiegazioni al Sindaco e tuona: "Ma è questo il modo di garantire il servizio?" VIDEO

CIVITAVECCHIA – Idrico, i disagi si moltiplicano. Nei giorni scorsi l’annunciato, ed ennesimo, guasto in località Radicata ha lasciato a secco i rubinetti della parte alta di Civitavecchia. Oltre il danno, però, la beffa. Le autobotti di Acea che dovrebbero garantire un rifornimento d’acqua restano in sosta, senza consegnare a domicilio consentendo di riempire i serbatoi condominiali. 

A sottolinearlo è il vice coordinatore locale di Forza Italia, Giancarlo Frascarelli. L’azzurro ha persino provato a chiare il numero verde Acea solo per sentirsi rispondere che il servizio a domicilio non verrà effettuato e i cittadini dovranno rifornirsi con taniche dalle due autobotti ferme in sosta.(agg. 14/04 ore 00.30) segue

LA DENUNCIA DI FRASCARELLI. “Com’è possibile – si domanda Frascarelli – che il  servizio autobotte rimanga in sosta?  Avendo telefonato anche ad Acea ci dicono che i cittadini devono recarsi nelle stazioni che sono due, una sita in San Liborio e a riempirsi con le taniche l’acqua. Ma è questo il modo di garantire il servizio? Noi abbiamo – conclude duro – bisogno che le autobotti, caro Sindaco, vadano direttamente a domicilio. Continuiamo così a gestire i servizi nella nostra città?”. (Agg. 14/04 ore 01)

CITTA’ A SECCO. Tutta la parte alta di Civitavecchia è a secco. La città ha trovato un precario equilibrio con l’utilizzo di serbatoi che però ora non verranno riempiti a domicilio. La soluzione? Armarsi di tanica e attendere risposte.   (agg. 14/04 ore 01.30)

VIDEO

ULTIME NEWS