Pubblicato il

Lavori in corso, caos alle Poste

L’associazione consumatori: «Troppo un mese di chiusura per l’utenza anziana»  Amara sorpresa per i cittadini che si trovano senza la struttura di via Sironi L’azienda ‘smista’’ su via Regina Margherita, ma non mancano le polemiche

L’associazione consumatori: «Troppo un mese di chiusura per l’utenza anziana»  Amara sorpresa per i cittadini che si trovano senza la struttura di via Sironi L’azienda ‘smista’’ su via Regina Margherita, ma non mancano le polemiche

LADISPOLI – Porte chiuse nell’ufficio postale di via Sironi a Ladispoli. L’azienda ha dato il via ai lavori di manutenzione straordinaria della struttura che si trova a fianco alla biblioteca comunale e alla scuola Giovanni Paolo II°.  Amara sorpresa dunque per tutti gli utenti ladispolani che in questi giorni si stanno recando alla posta per pagare le bollette o effettuare versamenti; e non mancano le polemiche.
Gli interventi, che dureranno circa un mese, sono finalizzati al miglioramento degli standard di accoglienza e sicurezza degli ambienti. In particolare, come comunicato da Poste Italiane, sarà installato un nuovo impianto di condizionamento. (agg. 18/04 ore 12.36) segue

GLI ORARI. A Ladispoli è presente un secondo ufficio in via Regina Margherita, perciò durante il periodo dei lavori, i clienti dell’ufficio di via Sironi potranno recarsi presso l’altra sede per tutte le operazioni postali e finanziarie, comprese le attività collegate ai libretti di risparmio e ai conti Bancoposta. Nella sede di via Regina Margherita è inoltre già disponibile una sala consulenza dedicata alla clientela di via Sironi.
Presso l’ufficio postale di via Sironi resterà invece disponibile il ritiro della corrispondenza a firma non consegnata per assenza del destinatario.
L’ufficio postale di via Regina Margherita e la sala consulenza sono aperte al pubblico secondo i consueti orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 19.05 e il sabato dalle 8.20 alle 12.35. Una scelta di prolungare l’orario in via Regina Margherita (di solito il servizio garantiva una copertura soltanto mezza giornata) naturalmente per non creare la ressa dentro ma anche fuori l’edificio in centro.  (Agg. 18/04 ore 13)

LE LAMENTELE. In molti però, lavori a parte, puntano l’indice sul mancato potenziamento delle poste che in una città alla soglia dei 45mila abitanti, e soprattutto degli oltre 100mila registrati nel periodo estivo, crea sempre disagi alla clientela, specialmente agli anziani. “Se fosse un mese il termine dei lavori indicato – protesta Biagio Camicia, presidente dell’associazione Consumatori Italiani – sarebbe inaccettabile. Chiediamo ai dirigenti di Poste Italiane di pensare agli anziani ad esempio, per loro gli sportelli postali sono gli unici interlocutori delle commissioni. Fermo restando che, lavori a parte, il personale deve essere aumentato per rendere il servizio sempre più efficiente in rapporto alla popolazione”.(Agg. 18/04 ore 13.30)

ULTIME NEWS