Pubblicato il

Imprese balneari, il sindaco Caci: ''La nuova legislatura spero possa essere l'occasione per rispondere alle richieste degli operatori del settore''

Imprese balneari, il sindaco Caci: ''La nuova legislatura spero possa essere l'occasione per rispondere alle richieste degli operatori del settore''

MONTALTO DI CASTRO – Buone notizie, forse, con la nuova legislatura, per il futuro degli stabilimenti balneari. Le auspica il sindaco di Montalto di Castro Sergio Caci che interviene sulla questione. “Lo scorso gennaio il Governo Gentiloni ha impugnato la legge della Regione Liguria n.25del 10/11/2017 ‘Qualificazione e tutela dell’impresa balneare’.- spiega Caci – Quindi, non solo l’esecutivo non è stato in grado di risolvere una questione, quella della tutela delle nostre imprese, ma ha impugnato anche una legge che cercava di tutelarle. Ieri, però, ad un convegno organizzato alla Camera dei Deputati da donne titolari di stabilimenti balneari (Donnedamare) e da esponenti del centrodestra, la risposta alla battaglia anti Bolkestein arriva proprio dal suo estensore, presente al convegno: ‘Le concessioni balneari sono beni e non servizi’. (agg. 19/04 ore 17,03) segue

IL COMMENTO. “La passata legislatura non aveva dato questa interpretazione, – commenta Caci – mettendo a rischio più di 30mila attività, spesso a conduzione familiare. Un danno economico senza eguali. Forza Italia e i partiti di centrodestra si erano opposti, purtroppo senza esito contro la decisione dei parlamentari del Pd”. (agg. 19/04 ore 19,12)

SPERANZE RIPOSTE NEL NUOVO GOVERNO. “Spero che questa nuova legislatura  – conclude Caci – possa essere l’occasione per rispondere una volta per tutte alle legittime richieste di ambulanti e balneari. Le coste italiane sono un gioiello del nostro turismo e bisogna fare in modo che restino saldamente in mano italiana e soprattutto di imprese sane”. (agg. 19/04 ore 21,28)

 

 

ULTIME NEWS