Pubblicato il

Appalto pulizie: lavoratori ancora senza stipendi

Appalto pulizie: lavoratori ancora senza stipendi

CIVITAVECCHIA – Ancora problemi per i lavoratori impegnati nell’appalto di pulizie e portierato nelle sedi comunali. Il passaggio di appalto non è servito a risolvere i problemi, legati in modo particolare ad uno stipendio che, mensilmente, tarda ad arrivare. “E parliamo sempre di stipendi medio bassi – ha ricordato Fausto Quattrini, della Fisascat Cgil, denunciando la questione all’aula Pucci davanti a consiglieri presenti e lavoratori interessati – venerdì scorso abbiamo proclamato lo sciopero, pronti a ripeterlo ogni mese, se necessario”. (agg. 23/04 ore 16.53) Segue

IN RITARDO LO STIPENDIO DI MARZO. “Ad oggi i dipendenti non hanno ancora ricevuto lo stipendio di marzo. Sappiamo che i cambi di appalto sono sempre difficili, non conoscevamo la società e l’abbiamo messa alla prova. Ma se i problemi non verranno risolti, saremo pronti a chiedere la revoca dell’appalto. Il contratto dice che il pagamento dello stipendio va eseguito entro il 10 del mese; se così non è l’amministrazione si sostituisca ogni mese”. (agg. 23/04 ore 17.30)

RIFLETTORI PUNTATI SUL CERTIFICATO ANTIMAFIA. I sindacati richiamano alle proprie responsabilità la Sgm, capofila nell’appalto, e continuano a chiedere se sia stato presentato o meno il certificato antimafia da parte della società. È stato quindi il responsabile della Fisascat Cisl Silvano Corda ad appellarsi al consiglio comunale che, “all’unanimità – ha sottolineato – dovrà portare alla ragione chi opera in modo sbagliato, arrivando anche ai ricatti e alla sostituzione di personale in sciopero, operando anche con favoritismi. Vorremmo quindi che venga anche fatta chiarezza sul tipo di organizzazione di lavoro, per chiarire quanto accade quotidianamente”. (agg. 23/04 ore 18)

ULTIME NEWS