Pubblicato il

La Vecchia vuole riassaporare la vittoria

La Vecchia vuole riassaporare la vittoria

CALCIO, ECCELLENZA. I nerazzurri di scena domani alle 11 al Fattori contro l’Unipomezia, quarta forza del torneo. Tra i civitavecchiesi mancheranno all’appello Fatarella, Befani, Merino Mazon, Treccarichi, Di Fiandra e De Santis. Il tecnico Ugo Fronti: «In queste gare per vincere servono grinta e attaccamento alla maglia»

Condividi

di GIAMMARCO MORGI

A secco di successi da qualche giornata e con la zona rossa della classifica che pericolosamente si avvicina sempre più, il Civitavecchia Calcio 1920 torna domani mattina alle 11 sul rettangolo amico del Fattori, nel match valevole per la 32^ giornata del campionato di Eccellenza laziale giorne A, per affrontare i rivali dell’Unipomezia; formazione attualmente quarta in classifica con 53 punti all’attivo. I nerazzurri diretti da mister Ugo Fronti, al momento undicesimi in classifica a quota 35 lunghezze, distano ora soltanto un punto dalla zona playout e, con la graduatoria molto corta che vede le squadre in fondo alla classifca seprate solo da una manciata di punti, il discorso salvezza diretta potrebbe diventare sempre più complicato per il Civitavecchia. (Agg. 24/4 ore 17.59 SEGUE)

TANTI GLI ASSENTI TRA LE FILA NERAZZURRE – A complicare ancora di più la situazione della Vecchia ci saranno tante assenze, alcune anche molto importanti per lo scacchiere nerazzurro. Non saranno della gara infatti i noti infortunati Fatarella, Befani e Merino; ai quali si sono aggiunti gli acciaccati dell’ultimo minuto Treccarichi, che è anche squalificato, Di Fiandra e De Santis, che ha subìto un brutto colpo alla testa per il quale sono stati necessari alcuni punti di sutura. (Agg. 24/4 ore 18.26 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL TECNICO DEL CIVITAVECCHIA UGO FRONTI – «Nell’ultima gara – spiega il tecnico del Civitavecchia Calcio 1920 Ugo Fronti – alla fine ci siamo accontentati del pareggio per come si è messa la partita. Ora affrontiamo l’Unipomezia è oggettivamente la più forte del torneo e che adesso ha ritrovato la forma migliore, perdendo la Coppa Italia soltanto all’ultimo rigore. Spero che riusciremo a disputare una gara d’impegno, di voglia di lottare, di grinta e di attaccamento alla maglia; perché quando si affrontano squadre sulla carta più forti sono soltanto quelle le armi che si possono usare per cercare di strappare un successo». (Agg. 24/4 ore 18.54)


Condividi

ULTIME NEWS