Pubblicato il

Approvato il rendiconto

Approvato il rendiconto

L’atto passa con i voti della maggioranza, quello contrario dell’opposizione e l’astensione dei 5Stelle, in un’aula disertata dal pubblico. Il consiglio si è aperto con una comunicazione provocatoria del consigliere Luca Piergentili  che annuncia: «La capretta nutrita con l’erba dei marciapiedi ha fatto il latte. Se qualcuno vuole contribuire all’acquisto del caglio faremo il formaggio pubblico»  

di TONI MORETTI

CERVETERI – Alle quattordici e trentaquattro minuti di ieri, in una sala completamente vuota al Granarone, l’inno nazionale  da inizio alla seduta del consiglio comunale. Erano presenti quindici consiglieri tra maggioranza e opposizione. Il  numero legale c’era e quindi il presidente Travaglia da il via alla seduta. Si doveva procedere all’approvazione del rendiconto di bilancio e il vicesindaco Giuseppe Zito era già pronto all’esposizione armato di  portatile attraverso il quale si sarebbero potute proiettare le slides di supporto alla sua esposizione. (Agg. 27/04 ore 10.30) segue

IL CONSIGLIO VICINO ALLA FAMIGLIA VANNINI. Doveva essere una riunione tecnica, si doveva cioè approvare o non approvare il rendiconto di come sono stati spesi i soldi nell’esercizio passato e constatare se si erano seguiti e utilizzati i capitoli per i quali erano stati impegnati. Il sindaco Pascucci, tolta la mano dal cuore tenuta per tutta la durata dell’esecuzione dell’inno nazionale, comincia con le comunicazioni durante le quali ricorda alcune persone scomparse e chiede per loro un minuto di raccoglimento e quindi elargisce a nome di tutta la cittadinanza la solidarietà e la vicinanza alla famiglia Vannini, in particolare a Marina e Valerio, madre e papà di Marco stigmatizzando che la sentenza emessa per l’omicidio del giovane Marco non era ritenuta adeguata per la mitezza della pena emessa e pur sottolineando che nessuno voleva sostituirsi ai giudici e tantomeno intendeva la giustizia come vendetta, che la città avrebbe comunque continuato a sostenere la famiglia di Marco vannini nella sua richiesta di verità e giustizia. Intanto, alcuni consiglieri che mancavano al momento dell’appello iniziale, arrivano e prendono posto in aula. Raggiungono nel mentre  la loro  postazione i consiglieri Lamberto  Ramazzotti, Luca Piergentili, Salvatore Orsomando e Anna Lisa Belardinelli.  (Agg. 27/04 ore 11)

AL GRANARONE “ENTRA” UNA CAPRA. Luca Piergentili chiede la parola ed è in quel momento che al Granarone, sia pure virtualmente, entra una capra.  Succede infatti che nella sua comunicazione, Piergentili, annuncia l’acquisto di una capra che ha portato a pascolare lungo i cigli delle strade della città che non vengono decespugliati, che la capretta ha già fatto il latte e che serve il caglio per fare il formaggio. Chiede ai presenti di collaborare in quanto essendo l’erba pubblica anche il formaggio sarà pubblico. E’ inutile sottolineare l’ilarità manifestata a muso storto da parte dei presenti alla provocazione. Provocazione non è stata invece quella di Lamberto Ramazzotti, che quando Zito ha parlato di somme disponibili a patto che entrino in quanto crediti, chiede non a titolo di interrogazione perché non era possibile farne, ma soltanto a titolo informativo, come l’amministrazione si era attivata per il recupero delle somme spese in danno per lavori che riguardano l’Ostilia, società non si sa se già fallita o oggetto di concordato. Chiede quali precauzioni l’amministrazione abbia preso, dal momento che intende operare ancora in danno nei confronti di questa società e chiede, sempre a titolo informativo, come intende recuperare il milione di euro dalla cooperativa “Tre Cervi”, per un danno che l’ente è stato condannato a pagare in solido.  Chiede dove è finito il nulla osta per l’ampliamento del cimitero esistente rilasciato dalla dottoressa Cosentino prima di lanciarsi in progetti faraonici pieni di insidie e di ombre. Mon Dieu, la fantasia porta ad immaginare quella povera capretta entrata per la prima volta in quella sala attonita e stordita. 
E i lavori continuano. Il rendiconto viene infine approvato con i voti della maggioranza, quelli contrari dell’opposizione e l’astensione del consigiere dei 5Stelle. (agg. 27/04 ore 11.45)

 

ULTIME NEWS