Pubblicato il

Cani senza guinzaglio, ''tolleranza zero''

Il giro di vite deciso dal Sindaco dopo le recenti aggressioni e uccisioni di gatti in città Pugno duro dell’amministrazione contro i possessori di animali non in regola

Il giro di vite deciso dal Sindaco dopo le recenti aggressioni e uccisioni di gatti in città Pugno duro dell’amministrazione contro i possessori di animali non in regola

LADISPOLI – “Abbiamo immediatamente contestato il reato di omessa custodia ai proprietari dei due cani che, di recente, hanno aggredito ed ucciso dei gatti a Ladispoli. Esiste un preciso regolamento che disciplina come i cani possano essere portati a passeggio nelle strade obbligatoriamente col guinzaglio, stiamo potenziando le misure di controllo per evitare che simili episodi non accadano più”.
Queste le parole dell’assessore alla polizia locale, Amelia Mollica Graziano, la quale ha annunciato una serie di iniziative adottate dall’amministrazione comunale e che saranno realizzate in collaborazione con il Nucleo di guardie zoofile del comune di Ladispoli. (Agg. 04/05 ore 8.19) Segue

“I CANI VANNO TENUTI AL GUINZAGLIO”. “I fatti accaduti sono gravi e la polizia locale ha provveduto ad elevare le multe. I cani debbono essere tenuti al guinzaglio per evitare che possano aggredire persone ed altri animali. E’ bene ricordare che i proprietari sono responsabili sia civilmente che penalmente dei danni causati dai propri cani a cose e persone”. (agg. 04/05 ore 9) 

LA CONVENZIONE. Tra le prime misure intraprese, l’amministrazione a breve rimodulerà la convenzione con le Guardie zoofile estendendola anche al corpo delle guardie Rurali Nogra, senza alcun aggravio di spese per i contribuenti. Nei prossimi otto mesi gli agenti saranno in servizio circa mille ore. Ogni associazione garantirà alla città circa 8 ore al giorno in totale. Chiediamo naturalmente ai possessori di cani la massima collaborazione”. (Agg. 04/05 ore 9.30)

ULTIME NEWS