Pubblicato il

Csp, tra disservizi e promozioni

La società che avrebbe dovuto risolvere i problemi delle precedenti municipalizzate non sembra navigare nella giusta direzione. E intanto spunta un premio anche per De Leva. L’organigramma aziendale non è stato ancora approvato: malumore tra i dipendenti

La società che avrebbe dovuto risolvere i problemi delle precedenti municipalizzate non sembra navigare nella giusta direzione. E intanto spunta un premio anche per De Leva. L’organigramma aziendale non è stato ancora approvato: malumore tra i dipendenti

CIVITAVECCHIA – Non solo disservizi, ma anche promozioni. Dopo poco più di otto mesi di attività, infatti, non sono pochi i problemi di Civitavecchia Servizi Pubblici, la società che di fatto ha inglobato le vecchie municipalizzate, tagliando soprattutto quei costi che hanno portato allo sbando Hcs e le sue partecipate, e garantendo servizi migliori e più efficienti. 
Ma a quanto pare il copione seguito non è proprio questo.   
Lo hanno capito i dipendenti, con la società che sembra già nel caos e lo hanno capito i cittadini dinnanzi ai cumuli di immondizia, alle macerie dei cimiteri, agli autobus scassati, ai mancati approvvigionamenti delle farmacie, all’acqua che va da tutte le parti tranne che a casa dei cittadini.
Una situazione che stride con quello che è il risvolto economico. (agg. 05/05 ore 9) segue

RADDOPPIATA LA RETRIBUZIONE DI DE LEVA. A quanto pare, infatti, l’amministrazione Cozzolino, dopo una dura contrattazione con i sindacati e dopo aver ridotto lo stipendio ai circa 370 dipendenti, avrebbe raddoppiato la retribuzione dell’amministratore unico De Leva, per i risultati conseguiti; e questo nonostante non sarebbe stato approvato neanche il bilancio 2017. Un premio per senza una adeguata motivazione per i molti che, all’interno della società, hanno storto il naso. 
E come se non bastasse, lo stesso De Leva avrebbe anche iniziato a dispensare una serie di promozioni al personale. E questo perché l’inquadramento attuale non era in linea con le funzioni assegnate, anche se nei fatti a nessuno dei 370 dipendenti sia mai stata assegnata la funzione da svolgere non essendo stato approvato l’organigramma aziendale in tutti questi mesi: e quindi, formalmente, nessuno conoscerebbe le proprie funzioni. Sarebbe interessante sapere, però, a quanti dipendenti e a chi siano rivolte queste promozioni. 
Nel frattempo il livello dei servizi è sotto gli occhi di tutti e, secondo i bene informati, la situazione economica non è delle più rosee: la perdita dei primi tre mesi sarebbe già di diverse centinaia di migliaia di euro. Ma soprattutto a preoccupare è la gestione del personale. In molti si sono rivolti e si stanno rivolgendo al Giudice del Lavoro. (agg. 05/05 ore 9.30)

NOTIFICATA UNA CITAZIONE DI 200MILA EURO. Pochi giorni fa è stata notificata una nuova citazione per 200.000 euro circa da parte di un ingegnere che lamenta di essere stato estromesso dal ciclo produttivo ed essere stato quindi mobbizzato.
Dopo la contestata ‘‘era Micchi’’, con rimborsi, spese, consulenze e compensi eccessivi, non sembra andare meglio, con la società che non ha risolto i problemi precedenti. 
Tra probabile soccombenza e spese legali, potrebbero volare via milioni di euro dei civitavecchiesi. A scapito di servizi non ancora all’altezza e di bollette invece ancora care. (agg. 05/05 ore 10)

ULTIME NEWS