Pubblicato il

Parchi giochi, stop al bivacco

Parchi giochi, stop al bivacco

Il sindaco Grando: «Tutelare le nostre aree verdi oggetto di vandalismo» Approvato il documento che disciplina le regole di comportamento

LADISPOLI – Basta bivacco e atti di inciviltà all’interno dei parchi gioco comunali. La decisione arriva dall’amministrazione comunale che ha deciso di dichiarare “battaglia” a quanti deturpano le aree pubbliche, in questo caso le aree destinate ai più piccini. E così arriva il nuovo regolamento comunale che disciplina i comportamenti da tenere all’interno di queste aree. Vietato bivaccare, consumare alcolici, campeggiare all’interno dei parchi gioco comunali. Il documento è stato approvato durante l’ultimo consiglio comunale ladispolano. «Dobbiamo cercare di tutelare le nostre aree verdi – ha detto in quell’occasione il sindaco Alessandro Grando – spesso oggetto di atti di vandalismo». (AGG. 09/05 ORE 6.00) SEGUE

PARCHI GIOCHI, VIETATO SCHIAMAZZARE. All’interno del regolamento, che sarà esposto in tutti i parchi gioco comunali su appositi pannelli, detta le linee guida da seguire. Si parte dalle regole basilare come ad esempio il rispetto delle piante e delle attrezzature installate, fino ad arrivare ai divieti. Oltre a quelli di bivaccare, consumare bevande alcoliche, arrivano i divieti di fumare nelle aree indicate, di condurre (anche se provvisti di guinzaglio o museruola) animali. Vietato l’ingresso anche ai velocipedi, alle biciclette e ai mezzi a motore (a esclusione di quelli utilizzati per la manutenzione del parco), vietato produrre suoni, ruomori e schiamazzi tali da arrecare disturbo alle vicine abitazioni. A far rispettare le regole ci penseranno gli uomini della Polizia locale e le altre Forze dell’ordine “territorialmente competenti”. (AGG. 09/05 ORE 7.00)

REGOLAMENTO PARCHI GIOCHI, SANZIONI DA 25 A 500 EURO PER CHI TRASGREDISCE. Pena, per chi trasgredirà al regolamento: un’ammenda che potrà oscillare da 25 a 500 euro. Si tratta, in sostanza, di un documento con il quale l’amministrazione comunale, proverà a “ripulire” le aree in questione dal degrado di cui spesso sono “vittime” e allo stesso tempo dare una risposta a tutti quei cittadini che da tempo chiedono regole di comportamento ben chiare per l’utilizzo di spazi comuni per garantirne la sicurezza collettiva e maggiore decoro. (AGG. 09/05 ORE 7.30)
 

ULTIME NEWS