Pubblicato il

Anguillara omaggia Peppino Impastato

Una piece teatrale e le canzoni di Gaber a fare da cornice Cento passi per ricordare il giornalista ucciso dalla mafia

Una piece teatrale e le canzoni di Gaber a fare da cornice Cento passi per ricordare il giornalista ucciso dalla mafia

di GRAZIAROSA VILLANI

ANGUILLARA – Forti emozioni mercoledì sera in piazza del Molo ad Anguillara per l’ormai tradizionale iniziativa in ricordo di Peppino Impastato il giornalista ucciso dalla mafia nella notte tra l’8 e il 9 maggio di 40 anni fa. In molti hanno preso parte alla manifestazione organizzata da Anguillara Bene Comune e dalla sezione locale di Libera. Ancora una volta, simbolicamente, sono stati percorsi 100 passi, quelli che dividevano la casa di Peppino da quella dello zio Tano Badalamenti che ne decretò la condanna a morte. (agg. 11/05 ore 8.36) Segue

LA LETTURA. Ogni dieci passi una lettura, Gaber con “libertà è partecipazione”, una poesia che citava mamma Felicia, madre di Peppino e inesauribile donna coraggio in difesa del nome di suo figlio. Rugantino Anguillarino, al secolo Valerio Volpi ha inoltre dato lettura di un suo sonetto dedicato ad Impastato. Je stavi sempre a rompe i cabbasisi./Da Radio Aut citavi li mafiosi,/fiutavi l’osso ‘n bocca a quei rognosi,/li cojonavi in giro pe’ Cinisi./‘N esempio de coraggio sotto ar sole,/un lupo drentro ar cóvo dei leoni./‘N ciavevi la lupara o munizzioni,/sparavi chiare e lucide parole./Parole dure più de li diamanti,/idee che sopravviveno alla morte,/valori da tene’ sempre davanti./Nun famo che ‘sta voce se disperda,/gridamo tutti ‘nsieme chiaro e forte: « la mafia è ‘na montagna de gran merda ! ». (Agg. 11/05 ore 9)

LA PIECE TEATRALE. Ma il clou della serata è stato l’epilogo con una vera e propria piéce teatrale che ha messo a confronto, sul canovaccio teatrale di uno spettacolo di Coducci, Aldo Moro e lo stesso Impastato. In scena addirittura una Renault 4 Rossa evocativa dell’uccisione del politico democristiano e anche due binari che hanno indicato la ferrovia dove è stato fatto saltare in aria Peppino. Ad interpretare Moro, l’attore Fabio Del Croce, nei panni di Impastato Fabio Rosi. Ad impreziosire il tutto l’organetto di Antonio. (Agg. 11/05 ore 9.30)

ULTIME NEWS