Pubblicato il

Csp, Codacons e Codici: ''Incastrata in dinamiche interne''

De Paolis e Astarita puntano il dito contro la gestione dei servizi

De Paolis e Astarita puntano il dito contro la gestione dei servizi

CIVITAVECCHIA – «Ci è stato detto che avremo la possibilità di intervenire anche sul disciplinare e sul contratto dei servizi oltre che sulla carta dei servizi». Lo assicurano Massimiliano Astarita (Codici) e Sabrina De Paolis (Codacons), dopo una riunione con i vertici della Civitavecchia servizi pubblici insieme a Federconsumatori. (agg. 10/05 ore 9.30) segue

DURI I RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI. «Ci sarebbero già gli strumenti per far funzionare i servizi – ha detto De Paolis – ma non vengono attuati». Duri i rappresentanti delle associazioni dei consumatori che hanno ribadito la necessità della loro partecipazione ai tavoli. «Abbiamo chiesto – ha continuato De Paolis – si va avanti solo a straordinari». I rappresentanti hanno sottolineato come l’indifferenziata da contratto vada assicurata quotidianamente «anche – ha continuato De Paolis – nei festivi e lo abbiamo chiesto. L’indifferenziata va garantita ogni 7 giorni  e comunque entro 24 ore dalla segnalazione di disservizio al gestore che deve eseguire un monitoraggio ogni 48 e intervenire in caso di cassonetti troppo pieni. La responsabilità è – ha tuonato – della filiera di controllo di Csp». (Agg. 10/05 ore 10)

“BISOGNA RIORGANIZZARE I SERVIZI” C’è bisogno, secondo Astarita e De Paolis, di riorganizzare globalmente i servizi. «La Csp – ha concluso Astarita – è incastrata in dinamiche interne che gli impediscono di svolgere le attività che servono. Ci serve l’aiuto dei cittadini». (agg. 10/05 ore 10.30)

ULTIME NEWS