Pubblicato il

''Fratelli d’Italia non ha nel suo dna le mezze verità''

Ilaria Fantozzi, coordinatrice di Fratelli d’Italia, ribadisce la presa di distanza da Bruno Ricci e il sostegno al candidato sindaco Alfredo De Antoniis

Ilaria Fantozzi, coordinatrice di Fratelli d’Italia, ribadisce la presa di distanza da Bruno Ricci e il sostegno al candidato sindaco Alfredo De Antoniis

SANTA MARINELLA – “Fratelli d’Italia non ha nel suo dna le mezze verità, abbiamo detto che volevamo un centro destra rinnovato e Ricci non lo rappresenta”. A dirlo è Ilaria Fantozzi Coordinatrice di Fratelli d’Italia Santa Marinella e Santa Severa. “Fratelli d’Italia – prosegue l’esponente politico – ha raccontato tutta la verità e ci fa piacere che l’eco che ne fa il candidato sindaco del Pd Pietro Tidei confermi punto per punto che la nostra scelta è quella giusta. Da subito, balza agli occhi che per Tidei, qualcuno si è arreso alle scelte di Ricci, ma mettendo in ballo Fratelli d’Italia faremmo notare sia che non ci siamo affatto arresi a nessuno, sia che non appoggiamo affatto il candidato proposto da Ricci. Questo non è arrendersi, ma restare legati alla propria coerente azione politica. Pietro Tidei sembra dimenticare come, appena una manciata di settimane fa, plaudiva alla decisione di Forza Italia di affidare il circolo di Santa Marinella ad Achille Ricci, descritto come un vero politico di alto livello e di cui sperava addirittura la candidatura a sindaco. Oggi il frutto di quella scelta è visibile a tutti, ma il candidato del Pd torna indietro sulle proprie valutazioni di stima. Se il risultato è solo il vecchio che avanza, non è che egli rappresenti il nuovo che sgomita per trovare un posto nel mondo, vuol dire che rifiutare di appoggiare la candidatura di Bruno Ricci è in linea con la nostra volontà di cambiamento». (Agg. 20/05 ore 11.03) segue

DUBBI SUL PROGRAMMA. «Sulla concretezza del programma politico del Pd – continua la Fantozzi – qualche dubbio lo abbiamo. Pagine di pin-up anni ‘50 e qualche idea, la cui realizzazione effettiva è tutta da trovare nella fortuita bonarietà della macchina burocratica regionale e demaniale, mentre per il resto ci sono solo vaghe idee con qualche imprecisione, indicate genericamente sotto forma di liste puntate. Il nostro programma si basa sul principio che le risorse a nostra disposizione sono sufficienti per risollevare la città, senza necessità di alienare immobili e creare debiti faraonici, magari accedendo a fonti di investimento ad alto rischio come avvenuto in altre città d’Italia, solo per realizzare grandi opere di cui si può sopportare l’attesa durante il periodo di maggior crisi della città, mirando ad aumentare invece le occasioni di lavoro per i cittadini. Pietro Tidei ci da ulteriormente ragione quando invoca di non dare fiducia a Ricci e a Bacheca, infatti non appoggiamo affatto questi personaggi, ma abbiamo il nostro candidato sindaco, Alfredo De Antoniis, una nostra squadra di consiglieri, slegata dalla precedente amministrazione, e un nostro programma elettorale indipendente”. (Agg. 20/05 ore 11.30)

“DECIDERA’ LA GENTE”. “Saranno le urne – conclude la Fantozzi – i giovani e le donne, ma anche i padri di famiglia e tutti i lavoratori di questa città, a decidere se c’è più concretezza in poche pagine colorate o in una squadra che la città la conosce e sa cosa realmente si aspettano a giugno”. (Agg. 20/05 ore 12)

ULTIME NEWS