Pubblicato il

Contrasto alle discariche abusive: in arrivo 27mila euro

Contrasto alle discariche abusive: in arrivo 27mila euro

Il comune di Cerveteri si aggiudica un bando di Città Metropolitana. L’assessore Gubetti: «La speranza è che certe situazioni possano finire quanto prima»  

CERVETERI – Il Comune di Cerveteri si è aggiudicato 27 mila euro dal bando della Città Metropolitana per la concessione di contributi finanziari per la realizzazione di progetti relativi ad attività di controllo e tutela ambientale. Obiettivo del finanziamento concesso, è lo sviluppo del progetto ‘Sistema integrato per la riduzione dei rifiuti abbandonati nel territorio comunale’, un triste fenomeno che penalizza e non poco alcune aree, soprattutto di campagna, del territorio comunale. (Agg. 21/05 ore 18.17) segue

“TANTI I CASI DI ABBANDONO DI RIFIUTI”. «Nonostante il posizionamento di foto-trappole, e i controlli incrociati da parte di Polizia locale e Guardie ecozoofile, purtroppo sono ancora diversi gli episodi di abbandono di rifiuti – ha dichiarato Elena Gubetti, assessora all’Ambiente – in particolar modo, succede nelle zone di campagna della nostra città. Penso alle strade secondarie, ma comunque sempre estremamente trafficate, delle campagne de I Terzi, oppure di Borgo San Martino, o del Sasso, dove nonostante tutti i servizi messi a disposizione esistono ancora persone che di civile e rispettoso del nostro territorio hanno sicuramente poco, e preferiscono gettare i propri rifiuti dove capita». (Agg. 21/05 ore 19)

“DISCARICHE ABUSIVE, LA BONIFICA RAPPRESENTA UN COSTO”. «Per una Amministrazione comunale – prosegue l’assessora Gubetti – bonificare una discarica abusiva rappresenta un costo. Ma non solo da un punto di vista economico, ma da un punto di vista di risorse umane. Per un servizio vasto come quello dell’ambiente e dell’igiene urbana infatti, ogni qual volta che si verificano episodi di abbandono di rifiuti, significa che del personale che potrebbe essere impiegato in attività di ordinaria amministrazione, è costretto a fare diversi chilometri prima di arrivare alla zona interessata ed effettuare la pulizia dell’area. La speranza, ovviamente, è che certe situazioni possano finire quanto prima».  (agg. 21/05 ore 19.30)

ULTIME NEWS