Pubblicato il

Spacciavano davanti alle scuole: arrestati

Spacciavano davanti alle scuole: arrestati

I carabinieri della stazione Civitavecchia principale hanno smantellato un’altra piazza dello spaccio. Dopo il quartiere San Pio X ora è stata la volta di Campo dell’Oro

CIVITAVECCHIA – Smantellata dai carabinieri della Stazione Civitavecchia Principale un’altra piazza di spaccio. Dopo il quartiere di San Pio X questa volta le indagini dei militari si sono concentrate su Campo dell’Oro. A finire in manette due giovani civitavecchiesi: spacciavano davanti alle scuole. (agg. 19/05 ore 12.38) SEGUE

IL BLITZ – Il blitz è scattato ieri sera, al termine di una specifica attività di indagine, con i militari che hanno arrestato M.C., E.R., rispettivamente di 29 e 32 anni, entrambi disoccupati e già noti alle forze dell’ordine. Monitorando gli ambienti dello spaccio i  carabinieri coordinati dal luogotenente Giuliano Mangoni e dal capitano Marco Belilli hanno notato un insolito movimento nei pressi di un giardino condominiale a Campo dell’Oro ed hanno eseguito per alcuni giorni dei servizi di osservazione che hanno permesso di accertare le modalità di spaccio dei due arrestati. (Agg. 19/05 ore 12.48)

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI – Questo il modus operandi scoperto dai carabinieri: lo stupefacente veniva ben nascosto in una siepe del giardino e successivamente veniva prelevato dopo aver preso accordi con gli acquirenti presso un bar ubicato nelle vicinanze della piazza di spaccio che i due raggiungevano utilizzando una bici.

Gli investigatori, nel corso della mirata attività hanno accertato ben due compravendite e pertanto hanno bloccato prima gli acquirenti, trovati in possesso rispettivamente di una dose di cocaina, e successivamente i due spacciatori. La perquisizione personale e domiciliare ha consentito inoltre di rinvenire ulteriori dosi di cocaina per un peso complessivo di circa 12 grammi, il tutto sottoposto a sequestro.

Dopo l’arresto i due sono stati accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre i due acquirenti sono stati segnalati alla Prefettura di Roma per uso personale di sostanze stupefacenti. (Agg. 19/05 ore 13.27) 

ULTIME NEWS