Pubblicato il

Vecchia: fine dei giochi, appuntamento a settembre

I 2002 di Marco Mazza impattano 1-1 col Vis Aurelia, i 2004 di Gualtieri calano il tris al Civita Castellana. Un’annata positiva che si conclude con il mantenimento di tutte e tre le categorie Elite grazie agli Juniores e al tragitto agognato di Allievi e Giovanissimi concluso con la salvezza ai playout. Tra i regionali fascia B bene Allievi e Giovanissimi

I 2002 di Marco Mazza impattano 1-1 col Vis Aurelia, i 2004 di Gualtieri calano il tris al Civita Castellana. Un’annata positiva che si conclude con il mantenimento di tutte e tre le categorie Elite grazie agli Juniores e al tragitto agognato di Allievi e Giovanissimi concluso con la salvezza ai playout. Tra i regionali fascia B bene Allievi e Giovanissimi

di MATTEO CECCACCI

Fine dei giochi per il settore giovanile del Civitavecchia Calcio 1920 che sabato ha concluso definitivamente tutti i campionati di pertinenza con le due categorie regionali fascia B di Marco Mazza e Andrea Gualtieri che hanno rispettivamente impattato 1-1 la sfida casalinga col Vis Aurelia e vinto 3-0 in casa del Jfc Civita Castellana.
La società di Largo Martiri di Via Fani termina così una stagione che può definirsi più che positiva in quanto l’obiettivo di mantenere le tre categorie Elite è stato pienamente raggiunto, anche se con molte, moltissime difficoltà, in particolare per gli Allievi di Andrea Rocchetti e i Giovanissimi di Pasquale Oliviero che hanno raggiunto la salvezza solamente nella post season in zona Cesarini con la Totti Soccer School in casa (3-1) e in trasferta con il Rieti (0-1), a differenza degli Juniores di Pino Brandolini che hanno disputato un buon campionato che li ha portati a concludere la regular season sesti in classifica a un passo dai playoff (-9). Purtroppo nessuna grande soddisfazione per patron Iacomelli e il direttore sportivo Fabio Ceccacci che non hanno potuto assistere a nessuna vittoria di un titolo come lo scorso anno, ma si sono dovuti accontentare delle belle giocate dei lori gioielli più pregiati che ogni compagine tiene e che, tra l’altro, sono stati autori di numerosi provini e stage.
Inutile citare tutti i baby bomber che il team nerazzurro possiede, ma è più che obbligatorio fare il nome di alcuni pezzi da novanta che senza ombra di dubbio a breve faranno di gran lunga il salto di qualità nel mondo del professionismo, a partire dai ‘03 Alessio Fioretti, Francesco Liberati, Alessio Corona, Flavio Zagami, Samuele De Martino, Andrea Giordano e Luca Fastella passando per i classe ‘02 Luciani, Marini e Di Domenico oltre al ‘01 Patrizio Loi per concludere poi con i baby fenomeni 2004 Niccolò Luzzetti, Fabrizio Cavedal, Jacopo Mancini, Riccardo Feula, Tiziano Crepaccioli, Dario Luchetti e Flavio Palma. Tutti nomi di prestigio che la società nerazzurra porta in alto e che dovrà essere brava a non farseli sfuggire, soprattutto dai numerosi club professionistici che a breve cominceranno a farsi sentire.
Effimero, invece, elencare i numerosi talenti della Juniores, i classe 1999 e 2000 saranno sembra ombra di dubbio protagonisti assoluti anche nella prossima stagione con qualche presenza, per chi lo meriterà, nella massima categoria regionale in cui milita la prima squadra.
Per quanto concernono le categoria regionali, gli Allievi fascia B di Marco Mazza concludono la stagione al sesto posto con 38 punti all’attivo.
In 26 gare giocate i tirrenici hanno ottenuto ben 10 vittorie, 8 segni ics e 8 sconfitte, ma nulla toglie il buon cammino dei ragazzi che in ogni gara hanno dato il massimo tirando fuori il meglio di sé e questi sono i giusti ingredienti che servono, oltre a tante altre formule, per scendere nei terreni di gioco più prestigiosi e fare belle figura nella competizione Elite, che vedrà protagonisti da settembre prossimo proprio i 2002. L’ultimo match in casa contro il Vis Aurelia ha visto un segno ics insignificante, un 1-1 privo di emozioni e scarno di occasioni, d’altronde era una partita che vedeva di fronte due squadre già salve da più di un mese. I primi 40’ hanno visto il gol degli ospiti con Gardini che, approfittando di un cross dalla destra di Massarelli, spiazza il portiere nerazzurro. Le occasioni successive arrivano al 20’ con le conclusioni di Di Domenico e Prestigiacomo, ma De Sica blocca entrambi i tiri. L’ultima emozione è firmata ancora Vecchia con Sistilli, ma il colpo di testa è fuori misura. All’intervallo il tabellino dice 0-1 e nella ripresa, contornata da un caldo torrido, i nerazzurri ristabiliscono gli equilibri grazie al gol di Christian Di Domenico. Da lì in poi poco e niente, le compagini preferiscono andare a farsi una doccia fredda a causa del troppo caldo che toglie anche la voglia di giocare e negli ultimi 20’ protagonista assoluta diventa solo la noia. Al triplice fischio dell’arbitro si conclude così il campionato di mister Mazza a cui va fatto un plauso meritatissimo in quanto ha saputo con la sua sapienza, professionalità e bravura insegnare ai suoi ragazzi cosa vuol dire essere calciatori sia dentro che fuori dal campo: un grande tecnico per il Civitavecchia Calcio. Ora il team, che ha lasciato la categoria ai Giovanissimi del buon ex Franco Supino, non resta che godersi l’estate ormai alle porte e ripartire con il ritiro di agosto per poi iniziare a settembre la nuova esperienza di nome Elite che dovrà essere giocata con serietà e maturità con l’obiettivo di mantenerla e chissà, forse anche vincerla; i presupposti in fin dei conti sono tutti.
Non potevano concludere al meglio l’ultima giornata di campionato i Giovanissimi regionali fascia B di mister Andrea Gualtieri che sabato hanno calato il tris ai rivali del Jfc Civita Castellana. Anche i 2004 da settembre giocheranno la competizione più ambita grazie al mantenimento dei Giovanissimi ‘03. Una stagione quella dei baby 2004 ottima, il miglior tragitto delle cinque categorie che ha portato uno stretto terzo posto, stretto perché come già sapeva il tecnico Gualtieri ci sarebbero stati tanti, troppi rimpianti a fine stagione per i numerosi punti buttati al vento, ma purtroppo il tempo passa e indietro non si può tornare, ma rimane comunque la consapevolezza di aver giocato un campionato straordinario contornato dalle continue emozioni come il secondo posto al prestigioso torneo di Cesenatico. I pupilli del presidente Iacomelli, inoltre, lasciano la categoria regionale difesa con i denti fino all’ultimo ai 2005 di Roberto Fara, reduci dal campionato Giovanissimi ‘B fuori quota. La gara, terminata 3-0 ha visto un Civitavecchia contato a causa dei parecchi infortunati, ma chi è sceso in campo si è reso fondamentale per la vittoria. Nei primi 35’ i nerazzurri si mostrano propositivi fin da subito e non perdono tempo per andare in vantaggio, è il 16’ quando Mancini serve un cross pennellato per Spadone che di testa trafigge il portiere viterbese.
Trascorrono appena 5’ e arriva il 2-0 grazie all’eurogol del baby fenomeno Niccolò Luzzetti che da fuori area lascia partite un bolide che il portiere può solo guardare: l’ex Ladispoli arrivato a metà stagione in rosa è stato autore di prestazioni eccezionali contornate da giocate pregiate grazie alla sua finezza, qualità e dote tecnica che lo ha contraddistinto particolarmente. I locali non reagiscono, se non nel recupero con Carolis, ma il tiro non c’entra lo specchio della porta. Nella ripresa la partita la chiude ancora una volta Niccolò Luzzetti, bravo a spiazzare l’estremo difensore sulla destra, per lui doppietta e terzo gol stagionale per la grande contentezza di mamma Daniela, papà Tommaso e la sorella Giorgia presenti in tribuna.
I nerazzurri, però, non si arrendono e creano occasioni a più non posso, ma la difesa del Castellana concede ben poco. Al triplice fischio esultano i tirrenici che chiudono la stagione al terzo posto con 59 punti all’attivo a -4 dal secondo posto, tanto ambito dal Civitavecchia, mentre per il Civita Castellana retrocessione diretta. Ora ai ragazzi non resta che pensare al finale di scuola e concentrarsi per gli esami di giugno, anche se alle porte già si prospetta il torneo a Fiumicino.
A commentare la stagione è il mister Andrea Gualtieri: «È stata una partita a senso unico e sono contento di aver chiuso la stagione con una vittoria, faccio i complimenti a tutti i ragazzi che sono scesi in campo, soprattutto a chi ha giocato fuori ruolo. È stata un’annata fantastica, nessuno si aspettava un cammino così fantastico. Per quello che abbiamo fatto, però, un pizzico di rammarico c’è, perché potevamo giocarci tranquillamente il campionato, purtroppo abbiamo buttato molti punti che hanno pesato nel corso del campionato. Sono orgoglioso, comunque, di quanto fatto con questi ragazzi strepitosi che hanno lavorato con serietà a professionalità, sono stati sempre disponibili e mi hanno sempre sopportato che non è facile per uno come me che sta sempre sul pezzo. Ringrazio di cuore le famiglie che sono state costantemente accanto al gruppo, grazie perché tramite il loro sacrificio e dedizione siamo sempre riusciti ad andare avanti senza avere problemi durante gli allenamenti e le partite. Un grazie anche ai miei dirigenti Paolo Scirocchi, Evaristo Cavedal e Cristiano D’Alesio per avermi dato un grande sostegno. Infine un plauso alla società che ha messo sempre a disposizione qualsiasi cosa di cui avevo bisogno. Per quanto riguardo l’ultimo incontro di quest’anno giocheremo da domani il torneo a Fiumicino per chiudere quest’annata nel modo migliore e poi se ne riparlerà il prossimo anno quando giocheremo l’Elite, e allora lì sì che sarà tutta un’altra storia».
 

ULTIME NEWS