Pubblicato il

Casa in fiamme, plauso agli agenti della Volante del Commissariato di Tarquinia

Casa in fiamme, plauso agli agenti della Volante del Commissariato di Tarquinia

Elogio del sindacato della Polizia, Silp Cgil, ai poliziotti intervenuti sabato a Colle Marina residence  I due sono dovuti ricorrere al pronto soccorso per intossicazione da fumo

TARQUINIA – Un rapido e brillante intervento quello di sabato scorso, compiuto da un equipaggio della “Volante 100” del Commissariato di Tarquinia, in occasione di un incendio sviluppatosi al primo piano di un residence con decine di appartamenti. Lo afferma in una nota il sindacato della Polizia Silp Cgil di Viterbo che elogia i due poliziotti che con coraggio sono intervenuti 
«I due agenti, intervenuti per primi e senza specifici strumenti, – affermano dal sindacato –  hanno abbattuto a spallate la porta blindata dell’appartamento che stava bruciando e poi sono entrati, nonostante l’intenso e soffocante fumo, ispezionando circa metà della casa». 
Senza perdere tempo e saltando dal balcone dell’alloggio accanto, sono riusciti ad aprire un varco nel lato opposto dell’abitazione incendiata e verificare l’assenza di persone all’interno, compreso il cagnolino della famiglia proprietaria.  Una volta appurato ciò, hanno fatto defluire, con rapidità e ordine, tutti gli occupanti del residence e tenuto a bada le fiamme, che nel frattempo hanno raggiunto ampie dimensioni, utilizzando i tubi per annaffiare i giardini trovati sul posto. 
Solo l’arrivo dei Vigili del fuoco con quattro automezzi, è riuscito a domare definitivamente le fiamme. 
La vicenda si è chiusa con l’inagibilità di tre appartamenti e nessun ferito, ma poteva avere conseguenze ben più gravi.
«Questo sindacato – affermano dalla Silp Cgil – vuole porre l’accento su questo, come su altri episodi, per diffondere quella che è una peculiarità di chi appartiene a un sistema di valori basato sull’attaccamento al lavoro e sulla consapevolezza del proprio ruolo al servizio della cittadinanza. Ancora una volta assistiamo a come una categoria di lavoratori, che spesso lamenta ritardi dei contratti, età media elevata e carenza di personale, davanti alle emergenze non ci pensa due volte a mettere a repentaglio la propria vita per salvare quella degli altri».
«Ai nostri due colleghi – conclude – rinnoviamo il plauso di questa segreteria provinciale e un augurio di pronta guarigione, giacché   alla   fine   di   questo   intervento   sono   dovuti   ricorrere   al   pronto   soccorso   per l’intossicazione da fumo.  Fortunatamente, secondo i medici, in pochi giorni saranno nuovamente pronti ad affrontare altre emergenze».
 

ULTIME NEWS