Pubblicato il

Famiglia e immigrati, lo scontro

Faccia a faccia tra il sindaco uscente Esterino Montino e lo sfidante William De Vecchis. Accoglienza, politiche sociali, unioni civili e sicurezza: s’infiamma il dibattito

Faccia a faccia tra il sindaco uscente Esterino Montino e lo sfidante William De Vecchis. Accoglienza, politiche sociali, unioni civili e sicurezza: s’infiamma il dibattito

FIUMICINO – Un’ora di confronto, a volte spinoso, dialetticamente contrastato – seppur senza affondo finale – ha caratterizzato il pomeriggio di “fuoco” all’Hotel Tiber di Fiumicino tra William De Vecchis ed Esterino Montino. Chi si aspettava solo una mera esposizione di programmi e considerazioni ha trovato, al contrario, i due contendenti inclini spesso a togliersi la parola e a criticare la posizione dell’avversario.

William De Vecchis ha aperto la serata con una frecciata, pur senza nominarlo, al candidato sindaco Mario Baccini; il senatore della Lega ha tirato fuori un volantino della lista Crescere Insieme che recita “né a destra né a sinistra” rispetto all’impegno della lista civica che sostiene l’ex ministro; a quel punto ha chiarito come, proprio partendo da queste affermazioni civiche, il nome De Vecchis sia l’unico di riferimento di un centrodestra convinto e dichiarato. Poi si è passato al confronto vero e proprio, spaziando dall’organizzazione comunale ai trasporti, all’erosione, dalla sanità all’immigrazione, alla sicurezza, al concetto di famiglia e di politiche sociali. (Agg. 24/05 ore 9) segue

LA RIVENDICAZIONE DI MONTINO. Più di una volta i due si sono “parlati sopra”, aiutati da un parterre di tifosi che intervenivano commentando rumorosamente le dichiarazioni ora dell’uno ora dell’altro.

Montino ha rivendicato le cose fatte, le “iniziative che hanno superato decenni di inerzia”, dalle piste ciclabili alla ex Centrale Enel, annunciando lo sblocco delle autorizzazioni per la Casa della Salute a Palidoro. (Agg. 24/05 ore 9.30)

UN OSPEDALE PER FIUMICINO. De Vecchis ha puntato sulla proposta di “spingere” insieme ai comuni del comprensorio a nord, per un ospedale a Fiumicino. Ed ha puntato il dito contro la mancanza di sicurezza, con l’annuncio di un assessorato ad hoc.

Un confronto comunque civile, anche se su posizioni spesso sideralmente distanti, che ha aggiunto qualcosa in più rispetto alla campagna elettorale in corso. (Agg. 24/05 ore 10)

ULTIME NEWS