Pubblicato il

Gdf, oltre due tonnellate di hashish in un capannone agricolo di Tarquinia

Gdf, oltre due tonnellate di hashish in un capannone agricolo di Tarquinia

Maxi sequestro della Guardia di Finanza del comando di Roma e Viterbo in collaborazione con la Dda Le indagini proseguono per comprendere l'esatta provenienza e destinazione del quantitativo record che, sulle piazze di spaccio, avrebbe fruttato ben oltre 13 milioni di euro

TARQUINIA  – Tarquinia base di smistamento della droga destinata al mercato dello spaccio del Lazio.

È quanto scoperto dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Roma, in collaborazione con i finanzieri di Viterbo e il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia della Procura di Roma. I finanzieri nel corso di un maxi blitz hanno infatti sequestrato 2.645 kg di hashish.

La droga era stata nascosta all’interno di una mietitrebbia situata all’interno di  un isolato capannone   agricolo  di   Tarquinia.
Secondo i pochi particolari trapelati l’ingente carico di hashish era probabilmente destinato proprio ad alimentare il mercato illegale della droga del Lazio.
Due persone sono state arrestate: un romano di 41 anni, Q.D., residente a Roma ed un sardo di 47 anni, Z.R., residente a Viterbo. Entrambi sono stati associati alla casa Circondariale di Civitavecchia, a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Tutto sarebbe scaturito da un blitz avvenuto sull’Aurelia.

Le indagini proseguono per comprendere l’esatta provenienza e destinazione del quantitativo record sottoposto a sequestro che, sulle piazze di spaccio, avrebbe fruttato ben oltre 13 milioni di euro.

ULTIME NEWS