Pubblicato il

Tidei: ''Bisogna intercettare i croceristi''

Tidei: ''Bisogna intercettare i croceristi''

Il candidato sindaco del centrosinistra Pietro Tidei per il suo programma elettorale punta sul turismo. «In dieci anni non è stato realizzato alcun pacchetto turistico, nè si è visto un  euro di finanziamento dall’Europa e dalla Regione» «Dobbiamo portare Santa Marinella  al  Sea Trade di Miami»

SANTA MARINELLA – Tra i punti prioritari inseriti nel programma elettorale del candidato sindaco del centro sinistra Pietro Tidei, c’è il turismo. Uno dei settori più importanti della città che, dagli anni ’50 agli anni 2000, è stato il perno dell’economia della Perla del Tirreno. Su questo argomento, l’ex deputato, ha incentrato parte della campagna elettorale, ricordando che questa città, alle porte di una struttura portuale che vede la presenza di due milioni e mezzo di croceristi all’anno, non è riuscita a calamitarle una parte nel suo territorio. (Agg. 24/05 ore 10.15) segue

“NIENTE FINANZIAMENTI DALL’EUROPA”. «In 10 anni – dice Pietro Tidei – a Santa Marinella non si è visto un euro di finanziamento dall’Europa e dalla Regione, né tantomeno un solo crocerista, considerato che non è mai stato realizzato nessun pacchetto turistico. Nel prossimi due anni è prevista una crescita del crocierismo dell’ 8% su scala mondiale e quindi noi dovremo sfruttare questa opportunità. Nel 1994, quando ero sindaco, Civitavecchia partecipò per la prima volta al Sea Trade di Miami con il Presidente dell’Autorità portuale Nerli e il sottoscritto. E grazie a questo, e alle autorità portuali che si sono succeduti negli anni immediatamente successivi, che si deve lo sviluppo del porto di Civtavecchia, da scalo per la Sardegna a primo porto crocieristico del Mediterraneo e Porto di Roma. Portare Santa Marinella con una propria proposta al Sea Trade di Miami dove nasce l’incontro tra compagnie e pacchetti turistici, rappresenta un passaggio ineludibile per il quale occorre coordinare l’offerta della terra degli Etruschi, delle ville romane, dei castelli, dell’oasi di Macchiatonda, del mare e del sole in chiave intercomunale”. (Agg. 24/05 ore 10.55)

L’OBIETTIVO. “Il mio obiettivo – conclude Tidei – è che almeno 300mila croceristi l’anno si riversino nella nostra città e ciò porterà degli enormi benefici a tutte le attività economiche di Santa Marinella, dai commercianti, agli albergatori, dai balneari ai ristoratori. Senza contare che si potrebbe aprire un discorso importante per quel che riguarda l’ospitalità dei cittadini del nord Europa, in particolare svedesi, inglesi, norvegesi e finlandesi, che avendo un clima rigido per quasi tutto l’anno, potrebbero fermarsi da noi per lunghi periodi di tempo, oppure acquistare direttamente delle abitazioni trovando delle occasioni importanti. Insomma c’è molto da lavorare in questo settore. Se i cittadini ci daranno il loro consenso, inizieremo a trasformare Santa Marinella in quella che una volta era definita la Perla del Tirreno”.  (Gi.Ba.) (agg. 24/05 ore 11.30)

ULTIME NEWS