Pubblicato il

Adr punta sulla Business City

Fiumicino. L’aeroporto Da Vinci migliora i servizi internazionali

Fiumicino. L’aeroporto Da Vinci migliora i servizi internazionali

FIUMICINO – Un centro direzionale innovativo, unico nel suo genere, collocato accanto ai Terminal dell’hub internazionale Leonardo da Vinci e immediatamente raggiungibile tramite la ferrovia o l’autostrada. E’ la nuova Business City di Roma Fiumicino, una infrastruttura progettata e realizzata da Aeroporti di Roma che offrirà a imprese, incubatori, start up, professionisti italiani e stranieri, servizi e ambienti innovativi per gestire il proprio business su scala globale. (Agg. 27/05 ore 9.05) segue

I LAVORI. Saranno realizzati uffici ispirati ai princìpi dello smart e del coworking, progettati per favorire le sinergie di business tra aziende internazionali e locali. Punto di forza del distretto sarà un grande centro congressuale di 1.300 posti per convegni ed eventi giornalieri e non.

La Capitale potrà così accrescere la competitività della propria offerta nel settore Mice (Meeting, Incentive, Congress, Event) che, a livello internazionale, sta conoscendo una crescita costante. Saranno inoltre presenti numerosi servizi generali, come i front-office di servizi pubblici e privati di tipo turistico e assicurativo. E ancora: business lounge, uffici consolari e di ambasciata, un centro medico, attività di retail e un supermarket. Gli uffici saranno operativi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con altissimi standard di sicurezza aeroportuale. La Business City sarà realizzata riqualificando aree industriali preesistenti, con zero consumo di suolo aggiuntivo. I primi 4 edifici del distretto saranno disponibili a cavallo tra il 2022 e il 2023, i rimanenti 3 nel 2024. La struttura sarà circondata da aree verdi, arredo urbano e percorsi pedonali per circa 41.000 mq con un incremento di 1.000 mq di nuovi spazi destinati alla piantumazione. Nasce così una vera e propria città aeroportuale, che ospiterà ogni giorno oltre 50mila persone: ai 40mila addetti dello scalo, si aggiungeranno infatti i circa 10mila utenti della Business City (tra i circa 5000 lavoratori diretti e altrettanti visitatori). Lo sviluppo del progetto – avviato e gestito in tutte le sue fasi da AdR, gestore aeroportuale controllato dalla capogruppo Atlantia – rientra nelle attività di completamento di “Fiumicino Sud” ed è già stato approvato da Enac come infrastruttura complementare asservita allo scalo. (agg. 27/05 ore 9.43)

L’INVESTIMENTO. L’investimento previsto, pari a 190 milioni di euro, consentirà al Leonardo da Vinci di allinearsi a quanto già realizzato dai più importanti scali europei come Londra e Parigi. Secondo le analisi realizzate dal Gruppo Clas, la Business City, una volta entrata a regime, sarà in grado di occupare in modo diretto circa 5.300 lavoratori, a cui si aggiungerà l’occupazione indiretta e l’indotto, per un totale di 23.500 impiegati complessivi. La Business City rientra nei piano di sviluppo infrastrutturale di Aeroporti di Roma e della sua capogruppo Atlantia, grazie ai quali lo scalo romano, in soli quattro anni, ha ottenuto il primato nelle classifiche internazionali di Skytrax ed Aci World per il miglioramento e la qualità dei servizi offerti ai passeggeri. (Agg. 27/05 ore 10.20)

ULTIME NEWS