Pubblicato il

«Colonie estive, la jungla è finita»

«Colonie estive, la jungla è finita»

LADISPOLI – «Non tutte le strutture quali piscine, campeggi, palestre sono abilitate a svolgere le colonie estive». A porre l’accento sulla questione, in vista dell’arrivo dell’estate, è l’assessore ai Servizi Sociali Lucia Cordeschi. L’Assessore ha sottolineato come il Comune è «dotato dal 19 febbraio 2014 di un regolamento approvato dal Consiglio comunale riguardante l’esercizio delle attività educative per la prima infanzia e l’infanzia che regola e norma tutte le strutture che si occupano di tali fasce di età». (agg. 29/05 ore 12.05) segue

«CAMPI ESTIVI, BISOGNA FAR AFFIDAMENTO AL REGOLAMENTO COMUNALE» L’Assessore Cordeschi, in particolare ha voluto sottolineare come le varie «diciture di campi estivi, laboratori estivi, giochi estivi, fanno capo alla dicitura soggiorni estivi. Dunque, è necessario fare riferimento a tale regolamento comunale per avere la relativa autorizzazione ad “esercitare i soggiorni estivi diurni”, comunemente noti come soggiorni estivi diurni Per i quali sono necessari dei requisiti, elencati appunto nella parte del suddetto regolamento della parte soggiorni estivi». (agg.29/05 ore 12.30)

INTENSIFICATI I CONTROLLI DA PARTE DELLA MUNICIPALE. Per far sì che tutti rispettino le regole la Polizia locale e la Commissione indetta dai servizi sociali, effettueranno, già a partire dal primo giugno, dei controlli serrati. «Tutte le strutture non in regola dovranno immediatamente interrompere il servizio di colonie estive e – ha sottolineato Cordeschi – saranno sanzionate. Si invitano le strutture di Ladispoli che volessero avviare il servizio di colonie estive ad effettuare la prassi prevista dal regolamento che si può consultare sul sito internet del comune di Ladispoli. È intenzione dell’amministrazione comunale effettuare controllo periodici nelle strutture che svolgono le colonie estive perchè la sicurezza dei bambini è al primo posto delle priorità».(agg. 29/05 ore 13)

ULTIME NEWS