Pubblicato il

Torino: arrestato dalla Polizia di Stato pochi istanti dopo aver rapinato un bar

TORINO –  Sono trascorsi pochi istanti da quando l’uomo si è impossessato del registratore di cassa al momento nel quale è stato arrestato dagli agenti del Commissariato Barriera Milano.  Transitando in corso Giulio Cesare durante l’attività di controllo del territorio, gli agenti hanno visto un uomo allontanarsi velocemente da un bar. L’uomo mentre correva aveva con sé una cassetta nera di grosse dimensioni che stringeva sotto il braccio. Insospettiti, gli agenti hanno fermato l’uomo per un controllo all’incrocio tra via Brandizzo e via Montanaro.

 

ALLA VISTA DEGLI AGENTI HA TENTATO DI OCCULTARE LA CASSETTA

Alla vista degli agenti, il soggetto un italiano di 32 anni con precedenti di polizia, ha cercato di occultare la cassetta all’interno dei bidoni dell’immondizia. La cassetta nera altro non era che un registratore di cassa con denaro contante all’interno e cavi elettrici sradicati. Sull’uscio del bar dal quale l’uomo era stato visto allontanarsi, gli agenti hanno trovato una dipendente la quale ha riferito loro di aver subito la rapina del registratore di cassa.    (Agg. 30/5 ore 18,53)

 

 

RICONSEGNATA LA REFURTIVA

Poco prima, il reo era entrato nel locale e sin da subito si era mostrato molesto rubando le sigarette alla barista. Un anziano signore, un avventore del bar, aveva difeso la donna ma era stato minacciato e aggredito dal trentaduenne. Nella circostanza il soggetto, dopo rotto una bottiglia, l’aveva puntata verso l’avventore e lo aveva fatto cadere per terra. Successivamente si era diretto verso la cassa e si era impossessato del registratore sradicandolo. Il reo si era poi dato alla fuga. Gli agenti hanno poi restituito al legittimo proprietario la cassa, contenente oltre 180 euro.   (Agg. 30/5 ore 18,59)

ULTIME NEWS