Pubblicato il

Vandali in azione sul Ponte della Scorta

Vandali in azione sul Ponte della Scorta

Scritte sulla struttura pubblica a un mese dall'inaugurazione

LADISPOLI – Ancora una volta nel mirino dei vandali le opere pubbliche di Ladispoli, persino quelle appena inaugurate. E’ il caso ad esempio del “Ponte della scorta” di Ladispoli (il taglio del nastro è avvenuto esattamente un mese fa con la Giunta al gran completo) già insudiciato da scritte con la bomboletta a spray. (Agg. 30/05 ore 8.31) Segue

IL PONTE. La struttura è stata intitolata alle vittime del terrorismo dal Comune che ha promesso interventi mirati anche per eliminare il degrado che attanaglia la zona, sia per le sterpaglie intorno al ponte ciclopedonale che collega i due quartieri residenziali Messico e Faro, sia per le canne alte quasi fino al ponte che non sono state ancora rimosse dal Consorzio di Bonifica Agro Romano. Sulle sponde del fiume Sanguinara si sono anche create delle mini discariche che dovranno essere rimosse quanto prima. Il ponte della scorta non è l’unico ad essere stato presto di mira da chi non ha nulla da fare che imbrattare muri e pareti dei simboli della città.  (Agg. 30/05 ore 9)

CENTRO GIOVANILE NEL MIRINO DI INCIVILI. Anche il centro giovanile di viale Mediterraneo, costato alla collettività centinaia e centinaia di migliaia di euro, viene costantemente verniciato nelle sue pareti esterne. Uno sfregio sicuramente, reso possibile anche dal fatto che gli impianti di videosorveglianza ormai sono fuori uso da oltre un anno, come confermato tempo fa dal comandante della Polizia municipale di Ladispoli, Sergio Blasi. “Un fulmine le ha messe ko e ora si deve cambiare il sistema operativo”. (Agg. 30/05 ore 9.30)

ULTIME NEWS