Pubblicato il

Giostra delle Contrade, domani  il Palio oggi il baby saracino

TARQUINIA – Archiviati i fatti di cronaca,  spazio al divertimento. Oggi i festeggiamenti per la Giostra delle Contrade dedicano la manifestazione ai più piccoli, con il villaggio e l’accampamento medievale, i giochi di un tempo e il baby saracino dove anche i più piccoli potranno vestire i panni di valorosi cavalieri in sella ad un pony . Stasera  si svolgerà la prima sfida di scacchi viventi a Tarquinia in piazza Matteotti. Ieri invece  nel tardo pomeriggio si è svolta  la rievocazione della consegna ai cornetani del Gonfalone con lo stemma di Cornetum Civitas Fidelis ad opera del Cardinale Borromeo Mezzavacca seguita dalla Benedizione del Palio e dallo spettacolo degli sbandieratori di Arezzo. Dopo lo straordinario successo del 2015 sono infatti tornati a Tarquinia per la Giostra delle Contrade anche gli Sbandieratori di Arezzo. Un atteso ritorno per un gruppo, proveniente da una città dove la Giostra è una vera e propria istituzione.  Ieri sera  lettura del Bando e la partenza del Corteo delle 10 Contrade. Ogni anno prendono parte a questo maestoso corteo oltre 60 cavalli, più di 400 figuranti in costume d’epoca, tra cavalieri, madame e messeri, armigeri, alfieri, falconieri, guerrieri, musici e popolani insieme ai migliori Sbandieratori del Centro Italia.  Domani giornata clou con la Giostra del Saracino che sarà disputata presso Campo Cialdi dalle ore 16 circa.  Grande novità di questa edizione della Giostra delle Contrade è stato l’accampamento medievale dove all’interno dell’allestimento i visitatori possono interagire con i rievocatori e le ricostruzioni proposte.

ULTIME NEWS