Pubblicato il

Si ritrovano un serpente a tavola

Si ritrovano un  serpente a tavola

Recuperato dalle Guardie Ecozoofile di Cerveteri  

di TONI MORETTI

CERVETERI – E’ pensabile che una famiglia, dotata di casa con giardino, preparatasi a pranzare all’aria aperta, possa aspettarsi una sorpresa dalla natura, vista l’intrusione, e si è propensi pure ad accettarla, come negli spot alla “mulino bianco”, per intendersi, vedendo improvvisamente seduti al proprio fianco magari un intruso come uno scoiattolino, per esempio, ma trovarsi al fianco all’improvviso un rettile no, eh, proprio no.  Sarà per i pregiudizi biblici che ci trasciniamo nei confronti di questi animali o più semplicemente la poca dimestichezza che con essi si hanno, ma è cosa certa, un buon effetto non lo fanno. Questo è successo ad una famiglia di Cerveteri, quando all’improvviso si è visto, spuntare e fare capolino sul tavolo appena apparecchiato, un serpente, che non ha fatto certo l’effetto di un piccolo cucciolo che voleva essere imboccato. Scatta l’allarme per questa presenza indesiderata e la Polizia Locale  allerta le Guardie Zoofile di Fare Ambiente che intervengono immediatamente. Si trattava, come hanno poi specificato gli operatori, di un innocuo esemplare di natrix natrix, detta biscia da collare. Innocua in quanto non velenosa, ma asfissiante si, in quanto la natura che non fa i conti col galateo, come arma di difesa, ha dotato questo animale di poter produrre, dalle ghiandole anali un fluide dall’odore diciamo aspro, ok? E che non era un certo un buon profumo stuzzichevole per gustare le ottime pietanze della domenica. Un serpente, ma non solo, un esemplare petomane quindi, voleva inaugurare uno dei primi pasti all’aperto della famiglia. Essendo comunque una specie tutelata, le guardie ecozoofile lo hanno catturato e poi liberato in un habitat confacente.

ULTIME NEWS