Pubblicato il

Capocotta, incendiata la riserva dei nudisti

Capocotta, incendiata la riserva dei nudisti

Fiumicino. Il focolaio innescato di notte, lontano da fonti elettriche. Si pensa ad un’azione dolosa. Distrutto un migliaio di metri quadrati di macchia mediterranea

OSTIA – Fiamme tra le dune di Capocotta.  Ignoti nella notte hanno incendiato la macchia mediterranea distruggendola per una superficie di un migliaio di metri quadrati. È la brutta sorpresa scoperta ieri mattina dai gestori dell’Oasi Naturista, la spiaggia per nudisti attivata dal Campidoglio fin dal 1999 al km 9.350 della Litiranea Ostia-Anzio. (Agg. 08/06 ore 8.43) Segue

DISTRUTTA UN’AMPIA ZONA. Raggiungendo il chiosco che serve la spiaggia naturista, hanno riscontrato la distruzione di un’ampia zona di verde selvatico. Le fiamme hanno devastato la duna nel tratto tra Lo Sbarco di Enea e l’Oasi Naturista.
Che si tratti di un atto doloso è evidenziato dalla circostanza che il focolaio è esploso di notte, lontano dalla strada e da impianti elettrici. Fortunatamente nella notte passata sulla costa romana c’era assenza di vento, altrimenti il disastro sarebbe stato inevitabile.(Agg. 08/06 ore 9.20)

L’OASI.  L’Oasi Naturista è un presidio a tutela del prezioso ambiente dunale di Capocotta affidato ormai quasi esclusivamente alla sensibilità dei frquentatori ed all’impegno dei gestori dei chioschi per l’assenza di un progetto di valorizzazione del Campidoglio e della Regione Lazio. (agg. 08/06 ore 10)

ULTIME NEWS