Pubblicato il

Cozzolino a Piazza 048: "Il nostro lavoro dopo venti anni di nulla"

Cozzolino a Piazza 048: "Il nostro lavoro dopo venti anni di nulla"

CIVITAVECCHIA – «Non siamo tutti uguali e lo stiamo dimostrando con i fatti». È solo la conclusione di una lunga lettera di risposta all’associazione Piazza 048, trasmessa dal sindaco Antonio Cozzolino, che sull’ambiente traccia un bilancio dell’attività portata avanti dalla sua amministrazione in questi quattro anni. Se avesse scritto «non abbiamo fatto niente» avrebbe di sicuro limitato i danni. Cozzolino parla di «deficit comunicativo» a causa del quale i cittadini non avrebbero colto il lavoro del Movimento 5 Stelle, assolvendo la propria squadra e facendo le pulci ad altri enti che, secondo il Sindaco «non brillano certo per prontezza d’azione e sensibilità». (Agg. 12/06 ore 10.58) segue

DITO PUNTATO CONTRO COZZOLINO. Per quanto riguarda la centrale Enel di Tvn, Cozzolino è categorico: «Non possiamo che vigilare sull’effettivo svolgimento dei controlli stabiliti nei decreti autorizzativi». E non è finita. «Siamo inoltre voluti uscire da quel carrozzone chiamato ‘‘Consorzio per la gestione dell’Osservatorio Ambientale – spiega soddisfatto – e abbiamo fatto entrare il Comune nell’unico organismo di controllo previsto dalla Via: l’osservatorio regionale». E in modo scontato scarica sulla Regione la responsabilità dell’inoperosità dell’organismo. Non dice che ora le poche segnalazioni che arrivano ai cittadini  parlano dell’aria di Civitavecchia come se la città fosse un paese della Valtellina, non ammette l’immobilismo della sua amministrazione che, nonostante le fanfare suonate dall’assessore all’Ambiente Alessandro Manuedda ai tempi d’oro (quando doveva convincere il territorio circa la sua propensione alla difesa della salute) non ha creato all’Enel il minimo problema. Non ha chiesto soldi ovviamente, si è accontentato delle briciole spacciando la sua convenzione col colosso energetico per attualizzazione. E Manuedda è sparito: nascosto dietro le quinte, neppure la differenziata è riuscito a far decollare in quattro anni. Il primo cittadino insiste sull’Enel, parlando di una relazione con l’ente energetico «strettamente confinata al controllo e alla richiesta di ottemperanza dei decreti Via e Aia».(Agg. 12/06 ore 11.30)

DITO PUNTATO CONTRO MANUEDDA. Mica dice di essere entrato in centrale una sola volta e di essere stato trattato come un giapponese durante un giro turistico, abbozzando come uno scolaretto ai continui ‘‘Vada di qua, dall’altra parte non si può’’.  Sulla dismissione di Tvn e in particolare del carbone non prende posizione, limitandosi coraggiosamente a informare Piazza 048 che l’amministrazione è ‘‘vittima’’ dei provvedimenti del Governo. Ma quando mai Cozzolino, Manuedda e gli altri grillini hanno alzato la voce in questi quattro anni per difendere l’ambiente e la salute dei cittadini? Ora – e solo ora  che la fine del mandato si avvicina – si dice pronto a promuovere incontri pubblici per discutere con la cittadinanza tutta il futuro del sito; magari come ha fatto col forno crematorio. Sui fumi delle navi, la colpa della mancata soluzione ai problemi secondo Cozzolino (manco a dirlo) è degli armatori: «La strada di un’ordinanza si è rivelata – allo studio – di difficile attuazione e molto scenografica». 

Ma che cosa significa ‘‘scenografica’’? Forse troppo pericolosa sotto l’aspetto diplomatico? Meglio restare sul terreno delle adesioni volontarie da parte degli armatori; semplicemente assurdo. Per quanto riguarda il traffico veicolare il primo cittadino fa sapere che l’amministrazione dopo quattro anni ha appena messo mano al Tpl, al progetto Ztl e mezzi pesanti, scaricando – che strano – sulla giunta precedente la responsabilità del progetto di realizzazione del forno crematorio che il M5S ha cavalcato senza pensarci due volte. Non parla di Tirreno Power che inquina e nel contempo licenzia, di Italcementi ad esempio  non si sa più nulla. «È ingiusto affermare che ‘‘nessuno ha fatto niente’’ mettendoci tutti sullo stesso piano – scrive Antonio Cozzolino su facebook nella risposta a Piazza 048». Ma i fatti sono fatti e le chiacchiere stanno a zero. Ha scelto Manuedda l’ex dei Verdi per sottoscrivere il fallimento  della sua amministrazione sotto il profilo ambientale. (Agg. 12/06 ore 12.30)

ULTIME NEWS