Pubblicato il

Truffa, consigliere comunale a processo

Truffa, consigliere comunale a processo

Si tratta del consigliere comunale Marco Antonio Fioravanti delegato all'edilizia e al project financing

LADISPOLI – “Quel professionista si è preso i miei soldi e ha prodotto bollettini falsi”. Questa l’accusa con la quale un commerciante ladispolano si è rivolto ai Carabinieri per denunciare quanto commesso da un noto professionista del territorio e consigliere comunale di maggioranza: il consigliere Marco Antonio Fioravanti (delegato all’edilizia e al project financing) che ora dovrà difendersi in tribunale dall’accusa di truffa e contraffazione di firma. La difesa ha chiesto la messa in prova ai servizi sociali per il consigliere comunale. (agg. 10/06 ore 10.40) segue

SECONDO L’ACCUSA “FALSO” IL TIMBRO POSTALE APPOSTO SUI BOLLETTINI. Secondo quanto emerso il commerciante avrebbe sborsato circa 5 mila euro dandoli al consigliere geometra affinché procedesse a pagare le tasse comunali relative a dei lavori da avviare nel locale. Il professionista per certificare l’avvenuto pagamento delle tasse avrebbe fornito al cliente dei bollettini con timbro postale ritenuto “falso” dall’accusa. E in un primo momento sembra essere tutto in regola, fino a quando gli uomini della Polizia locale si presentano nel locale definendo l’opera “abusiva”. Il commerciante allora si presenta agli uffici di palazzo Falcone esibendo i bollettini di pagando ma che non risultavano pervenuti alla tesoreria di palazzo Falcone. A considerare il bollettino falso sarebbe stato anche un impiegato della Posta. (agg. 10/06 ore 11)

LA DIFESA CHIEDE LA MESSA IN PROVA AI SERVIZI SOCIALI. E così lo scorso pomeriggio il giudice si è riunito in Camera di Consiglio per valutare la richiesta della difesa che consiste nella “messa in prova ai servizi sociali” per l’imputato. L’udienza dove si entrerà nel merito di quest’aspetto è slittata al 7 dicembre prossimo. (agg. 10/06 ore 11.30)

ULTIME NEWS