Pubblicato il

''No incondizionato ai rifiuti di Roma''

Il sindaco Landi: ''Faremo partire azioni per scongiurare questa ipotesi''

Il sindaco Landi: ''Faremo partire azioni per scongiurare questa ipotesi''

TOLFA – «Niente rifiuti nel nostro territorio’»: da Tolfa il no fermo senza se e senza ma da parte del’amministrazione comunale dopo la scelta della Regione Lazio di autorizzare il trasferimento dell’immondizia di Roma presso la discarica di Civitavecchia. Duro il sindaco di Tolfa, Luigi Landi: «Apprendiamo solo dai giornali della scelta della Regione Lazio di conferire i rifiuti della capitale sul nostro territorio proprio in quel sito dove da parecchio tempo é vietato il conferimento del nostro indifferenziato, costringendoci a trasportarlo a Viterbo, con un aggravio dei costi per i nostri cittadini e per quelli dei comuni limitrofi».(agg. 16/06 ore 11.05) segue

“Aprire un tavolo tematico degli eletti e dei sindaci del comprensorio del Lazio Nord”. Landi poi a nome di tutta la maggioranza del Comune di Tolfa esprime la «Piena contrarietà a questa soluzione romanocentrica» e annuncia che già dalle prossime ore «Faremo partire azioni sul territorio per scongiurare questa ipotesi. La gestione dei rifiuti non può essere fatta senza una pianificazione completa da parte della Regione Lazio in sintonia con la città metropolitana e il territorio. L’approccio ad affrontare solo le emergenze romane ha comportato e sta comportando un aumento dei costi che va a discapito dei cittadini a prescindere anche dalla bontà del servizio”. Fermamente contrario anche l’onorevole Alessandro Battilocchio: «Sul tema rifiuti mi sembra che sia ricominciato il balletto delle responsabilità tra la Regione Lazio del governatore Zingaretti ed il sindaco di Roma Raggi. E’ bastata una sentenza del Tar per riaccendere il fantasma del commissariamento, la disputa politica e le polemiche. Il rischio che i rifiuti di Roma possano approdare a Civitavecchia è reale come dimostra la determina che autorizza a conferire una parte dei rifiuti della capitale nei comuni di Civitavecchia e Colleferro. Invito tutti i rappresentanti istituzionali a mettere da parte le bandiere di partito per difendere il territorio da questo rischio sempre più probabile, aprendo un tavolo tematico degli eletti e dei sindaci del comprensorio del Lazio Nord. La provincia e Civitavecchia non possono pagare le dispute romanocentriche tra Zingaretti e la Raggi”. (agg. 16/06 ore 11.30)

Dura presa di posizione anche da parte dell’assessore alla Cultura Dionisi. Assolutamente contrario anche l’assessore Cristiano Dionisi: «Sembra che la Regione Lazio per evitare il commissariamento sui rifiuti abbia deciso che i rifiuti di Roma saranno portati a Civitavecchia. Da Raggi e Zingaretti come al solito c’è ‘’grande rispetto’’ per il nostro territorio, utile solo durante le elezioni e per togliersi qualche rogna. A48  ore dalla firma dell’atto della Regione Lazio che porterà i rifiuti di Roma a Civitavecchia il silenzio dei rappresentati del centro-sinistra del territorio e dei membri della maggioranza Zingaretti é assordante. Complimenti, i cittadini ringraziano». (agg. 16/06 ore 12)

(Rom. Mos.)

ULTIME NEWS