Pubblicato il

Sfratto esecutivo per una famiglia con sette figli

Sfratto esecutivo per una famiglia con sette figli

Ancora nessuna soluzione per la coppia in difficoltà economica; il 26 lo sgombero. Attesa per un intervento dei servizi sociali

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – E’ iniziato il conto alla rovescia per una famiglia di Cerveteri che rischia di ritrovarsi per strada. Il 26 di questo mese dovranno sgomberare la casa come disposto dal tribunale con sfratto esecutivo. Una situazione di grande disagio vissuta da questa famigliola costituita dai genitori ( 43 anni lei  e 57 lui), e sette figli, di cui cinque minori (di tre, cinque, sette, nove e undici anni) e due adulti (di diciannove e ventuno anni). Il capofamiglia, invalido al 50 per cento da tempo non lavora. Tutto si basa sullo stipendio della donna con un lavoro part-time a 470 euro al mese. Già all’inizio del 2017 erano cominciati dei problemi per i quali erano intervenuti i servizi sociali con un contributo di 600 euro per pagare varie utenze arretrate. Poi  dal mese di giugno non si riesce più e pagare l’affitto. E quindi è iniziata ai primi di ottobre la procedura di sfratto che dovrebbe concludersi,  dopo qualche rinvio, il 26, giorno fissato per lo sgombero. (agg. 16/06 ore 10.15)

La storia. La coppia di origine rumena è  in Italia dal 2004, dove sono nati i figli minori. A Cerveteri è residente da cinque anni. Va anche detto che nel 2014 il sindaco Pascucci ha conferito a quattro dei figli minori (il quinto non era ancora nato) la cittadinanza onoraria con la citazione: “L’uomo si contraddistingue per quello che sa lasciare ai propri figli e non per quello che tiene per sé. In questo mondo a cui apparteniamo, siano i passi degli uomini giusti a tracciare la strada per un futuro migliore cui crescere i propri figli come figli del mondo”. Belle e significative  parole che questa mamma dal viso dolce ci ha letto con soddisfazione. Poi però i buoni propositi si infrangono nella dura realtà. ‘’Non lasciano indietro nessuno’’ è stato il tormentone che ha contraddistinto l’ultima campagna elettorale amministrativa. A questo punto sorge spontanea una domanda: Cosa è stato fatto di concreto per aiutare questa famiglia?  Da quanto hanno raccontato questi due genitori, forse un po’ intimoriti dagli ultimi atteggiamenti dei responsabili dei servizi sociali, solo il 20  gennaio del 2018 hanno messo al corrente il sindaco Pascucci della situazione in cui versavano, che comunque si è reso disponibile: “Cercatevi casa e noi  pagheremo l’affitto”.  
Ma a questo punto sorge anche un altro quesito. Nel 2017 il comune di Cerveteri ha usufruito di ben 173.566,27 euro dei fondi ministeriali destinati alla morosità incolpevole.  Il bando comunale del 30 marzo 2017 è stato pubblicato con la modalità di ‘’bando aperto’’ e quindi attivo fino ad esaurimento delle risorse.  A questa data erano già esauriti i fondi? Se così non fosse non ci si spiega il perché non è stata suggerita ed attivata questa procedura.
Ora, mancando pochi giorni all’epilogo della vicenda, se nonostante le difficoltà a trovare una abitazione, la coppia fosse riuscita a trovare una disponibilità per risolvere la situazione abitativa evitando quindi anche le conseguenze che potrebbero sopraggiungere per il suo nucleo familiare, i servizi sociali sarebbero pronti?  E nella persona di chi? (agg. 16/06 ore 10.45)

Padre Livio, parroco della chiesa ortodossa, presenta così la famigliola: «Sono persone molto brave che non danno fastidio a nessuno. Si impegnano giustamente per educare in maniera ottima i loro sette figli, i quali hanno ottenuto pure dei buoni risultati a scuola. E questo lo possono testimoniare anche i loro insegnanti. So che hanno fatto appello alle istituzioni cittadine  ripetutamente per essere aiutati in questa circostanza. Sicuramente per quanto li riguarda abbiamo solamente cose positive da dire. Sono persone per bene e ben integrate nella comunità cerveterana ed anche in quella religiosa. Sono sempre presenti e cercano di seguire ed applicare  il Vangelo nella loro vita quotidiana». (agg. 16/06 ore 11.15)

 

ULTIME NEWS