Pubblicato il

Sbanda con lo scooter e muore

Sbanda con lo scooter e muore

Fiumicino. Vittima Noemi Carrozza, campionessa di nuoto sincronizzato e nazionale azzurra. Aveva 21 anni. Fatale un pino sulla Cristoforo Colombo al km. 26,600. Sotto accusa la manutenzione del fondo stradale. Il cordoglio delle colleghe

OSTIA – Si chiamava Noemi Carrozza ed era una campionessa di nuoto sincronizzato, nazionale azzurra e promessa della specialità a livello mondiale. Aveva appena 21 anni e si è schiantata con lo scooter contro un pino della via Cristoforo Colombo dopo averne perso il controllo, forse a causa del fondo stradale sconnesso.
Noemi è morta venerdì 15 giugno, in seguito a un incidente stradale avvenuto alle 14.40 circa al km 26,600 della Cristoforo Colombo all’altezza di via della Villa di Plinio a Ostia. La ragazza ferita è stata trasportata in codice rosso all’ospedale Grassi dove è deceduta alle 16.20.
(AGG. ORE 18.10) – Secondo una prima ricostruzione, la ragazza era a bordo, forse alla guida, di uno scooter Derby quando per cause in corso d’accertamento il mezzo ha sbandato e Noemi ne ha perso il controllo. Al momento sembra che nessun altro veicolo sia coinvolto nell’incidente. 
In quel tratto via Cristoforo Colombo presenta irregolarità i nell’asfalto e questo lascia ipotizzare che lo scooter possa aver sbandato a causa del fondo sconnesso.
Sul posto per i rilievi è intervenuta la Polizia locale di Roma Capitale X Gruppo Mare.
Noemi Carrozza, Memi per gli amici, ex studentessa dell’istituto tecnico Faraday di Ostia, era una promessa del nuoto sincronizzato. Aveva partecipato con la nazionale azzurra al Mondiale di Baku 2015. La sua scomparsa ha suscitato grande commozione.
(AGG. ORE 19.45) –  “Non trovo le parole e non riesco a crederci – scrive sul suo profilo Laila Huric, ex nazionale azzurra – Sei stata la mia rivale più grande e cavolo atlete come te al giorno d’oggi non ci sono più. Siamo cresciute insieme… la nostra prima Coppa Comen, i Mondiali, la coppa del mondo, gli Europei, i Giochi Europei, e poi le nostre strade si sono divise ma alla fine il tifo l’ho sempre fatto per te… Avrei mille cose da dire ma non trovo le parole… Ricorderó i pianti e le risate che ci siamo fatte in collegiale e ricorderó per sempre gli abbracci prima del nostro “show”. Sarai sempre nel mio cuore Memi, Riposa In Pace… ti voglio bene”.

ULTIME NEWS