Pubblicato il

''Il sindaco difenda il marchio ‘‘Vera Tolfa’’''

L’artigiano del cuoio Davide Vannicola torna a reclamare la paternità collinare

L’artigiano del cuoio Davide Vannicola torna a reclamare la paternità collinare

TOLFA – «Tutti uniti, artigiani e cittadini di Tolfa, reclamiamo la paternità del marchio ‘’Vera Tolfa»’. Ad esprimersi così l’artigiano del cuoio di Tolfa Davide Vannicola il quale denuncia che in alcuni punti vendita del comprensorio e alcuni ambulanti vendono borse e altri prodotti in cuoio marcate ‘’Vera Tolfa’’ ma che non sono prodotte nel comune collinare. (agg. 20/06 ore 9.22) segue

«DAL ’68 LA NOSTRA BORSA IN GIRO PER IL MONDO». «Ancora una volta denunciamo – scrive Vannicola in una lettera inviata al sindaco di Tolfa, Luigi Landi – che ciò che fa parte della nostra storia tolfetana viene violata ogni giorno da cialtroni e veri mistificatori che vendono un prodotto non vero ingannando non solo i compratori ma anche Tolfa stessa e noi produttori locali. I clienti che sempre hanno amato la nostra mitica borsa catana l’unica ed originale ora la trovano contraffatta. La nostra borsa che sta facendo il giro del mondo dal lontano 1968 è una borsa intramontabile ormai oggetto cult e quindi chiedo a lei sindaco di spenderci qualche minuto e agire. Continuamente molti clienti ci mandano foto dove si vendono queste borse e oggetti contraffatti per sapere se sono veramente borse originali ed io di continuo devo rispondere che sono fasulle». (agg. 20/06 ore 10)

«IL SINDACO DIFENDA IL NOSTRO MARCHIO DA QUELLI FALSI». Vannicola poi spiega: «Chiedo al sindaco di prendere seri provvedimenti come istituzione comunale visto che esiste una delibera dove chiaramente recita che chiunque viola il nome Tolfa, originale borsa Tolfa, catana, ecc. sono perseguibili dalla legge e punibili. Questi prodotti che imitano i nostri manufatti, poi, non sono artigianali e non danno ai clienti garanzia di un prodotto genuino e indistruttibile. Chiedo al primo cittadino di ripristinare la vera paternità di ciò che ci appartiene ed è di nostra proprietà sia a livello culturale che storico: le nostre sono le uniche borse e gli unici manufatti in cuoio che ancora tengono in piedi le origini del nostro artigianato e del nostro paese». (agg. 20/06 ore 10.30)

ULTIME NEWS